La Spezia, in scena “Peachum. Un’opera da tre soldi” con Rocco Papaleo al Teatro Civico

La Spezia, nuovo appuntamento con la Stagione di Prosa 2021/2022 al Teatro Civico. Venerdì 28 gennaio 2022 alle ore 20.45 (in replica sabato 29 e domenica 30, stesso orario) andrà in scena  “Peachum. Un’opera da tre soldi, una produzione del Teatro Stabile di Bolzano e del Teatro Stabile di Torino / Teatro Nazionale.

Lo spettacolo, scritto, diretto e interpretato da Fausto Paravidino, è liberamente ispirato all’Opera da tre soldi di Bertolt Brecht. Nel ruolo del protagonista principale Peachum – che in questa riscrittura è un commerciante senza scrupoli – c’è Rocco Papaleo, mentre a vestire i panni del suo antagonista Mickey è lo stesso Paravidino.

Affiancano questa inedita e potente coppia teatrale Federico Brugnone, Romina Colbasso, Marianna Folli, Iris Fusetti, Daniele Natali. Le scene che ambientano lo spettacolo in una metropoli postmoderna sono di Laura Benzi, i costumi di Sandra Cardini, le luci di Gerardo Buzzanca, le musiche di Enrico Melozzi, i video di Opificio Ciclope, le maschere di Stefano Ciammitti e Arianna Ferrazin e gli effetti speciali di Fabiana Di Marco.

A quasi cento anni di distanza, Fausto Paravidino , drammaturgo, attore e regista teatrale, presenta un testo quanto mai attuale, grazie soprattutto alla sua forte natura critica verso la società: “Peachum è una figura del nostro tempo più ancora che del tempo di Brecht – sottolinea Paravidino nelle note di regia – Dipende dal denaro senza neanche prendersi la briga di esserne appassionato. Non è avido. Non ambisce a governare il denaro, è governato dal denaro”.

E prosegue: “Perché occuparci ancora dell’Opera da tre soldi? Perché c’è qualcosa in questo classico degli anni Venti che è invecchiato (bene) e qualcosa che non è invecchiato per niente. In questa nuova Opera da tre soldi succede quello che succede nell’opera di John Gay, nel Sogno di una notte di mezza estate, in Otello di Shakespeare e in moltissime fiabe. Ad un padre portano via la figlia. Il padre la rivuole. Brecht ci dice che la rivuole perché gli hanno toccato la proprietà. Non altro. Le avventure e disavventure che l’eroe dei miserabili incontrerà nello sforzo di riprendersi la figlia saranno un viaggio in un mondo fatto di miserie: la miseria dei poveri, la miseria di chi si vuole arricchire, la miseria di chi ha paura di diventare povero”.

Prezzi

  • I settore platea, barcaccia e palchi I fila: intero € 30 – ridotto Cral e over 65 € 27Studenti e membri associazioni Teatro amatoriale: € 15 
  • II settore platea, I settore galleria, palchi di II fila: intero € 25 – ridotto Cral e over 65 € 22Studenti e membri associazioni Teatro amatoriale: € 12
  • II settore galleria, palchi di III fila: intero € 15 – ridotto Cral e over 65 € 12Studenti e membri associazioni Teatro amatoriale: € 6

Vendita on line: www.vivaticket.it

Info: Botteghino Teatro Civico La Spezia (ingresso da via Carpenino)

Orari di apertura: dal lunedì al sabato ore 8.30/12, il mercoledì anche dalle 16 alle 19

Tel. 0187.727521 – www.teatrocivico.it – [email protected]

Si ricorda inoltre che sulla base del DL 172/2021, tutti gli spettatori dai 12 anni in su dovranno esibire il Green Pass rafforzato o Super Green Pass, unitamente al biglietto dell’evento, per poter accedere al Teatro. E’ obbligatorio inoltre indossare la mascherina Ffp2 dal momento dell’ingresso in teatro e per l’intera durata dello spettacolo.

 

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...