I Motel Kaiju arrivano in concerto al Mare culturale urbano

77

Martedì 5 dicembre i Motel Kaijū arrivano

in concerto al Mare Culturale Urbano

 

Niccolò Faraci dona nuova energia alla preziosa eredità dei suoni acid jazz e progressive, attraverso un viaggio evocativo dell’universo fantascientifico di matrice nipponica che influenza artisti in ogni luogo del Mondo ed in molteplici contesti creativi. L’uso di sintetizzatori digitali, moog analogici e timbriche di piano elettrico costituiscono il suono caratteristico di Motel Kaijū, la cui pulsazione vitale è sorretta da una ritmica che spazia dal funky alla sperimentazione estemporanea.

Idealmente, facendo ritorno a casa e nel proprio laboratorio, da vero nerd, Faraci crea Motel Kaijū come gigantesco mostro in grado di spaziare in molteplici generi musicali. Motel Kaijū è a proprio agio in club di musica elettronica, in festival jazz, con un’orchestra sinfonica e nell’ambito pop, inteso come interpretazione della nostra società in forma musicale.

Kaijū è un termine giapponese che può essere tradotto come “strana bestia” e nella iconografia cinematografica identifica i mostri giganteschi come ad esempio Godzilla. Recentemente, i Kaijū sono stati protagonisti della fortunata serie Pacific Rim.

Motel Kaijū esprime il desiderio di dare spazio vitale a tutta la naturale stranezza con la quale tutti, prima o poi ci confrontiamo, alla ricerca di un nostro luogo ideale nel mondo.  Motel Kaijū è un sistema creativo che accoglie (Motel) diversi generi di musica. La band ha una vita nell’acid jazz e progressive rock, con un album in lavorazione per il 2018, da pubblicare su vinile. Motel Kaijū ha però dato inizio ad un esperimento di carattere più “elettropop.

BAND: Niccolò Faraci (basso elettrico, voice synthesizer), Lorenzo Blardone (synths) , Alberto Mancini (piano,moog), Andrea Bruzzone (batteria).

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...