fbpx

Fabroni Sound Garden: il “giardino d’autore” di Palazzo Fabroni diventa teatro sonoro

Seconda edizione di “Fabroni Sound Garden”, tre performance sonore aperte a tutti

Fabroni Sound Garden: il “giardino d’autore” di Palazzo Fabroni diventa teatro sonoro.

Pistoia, dall’8 al 12 settembre alle ore 19.00 nella seconda edizione di “Fabroni Sound Garden”, tre saranno le performance sonore aperte a tutti, con artisti internazionali e azioni concepite per il giardino.

Per il secondo anno consecutivo, un giardino di suoni e performance si anima nel cuore di Palazzo Fabroni, all’insegna del linguaggio contemporaneo nel progetto Fabroni Sound Garden, realizzato da Tempo Reale, con la collaborazione del Comune di Pistoia/Musei Civici/Museo del Novecento e del Contemporaneo di Palazzo Fabroni, e con il contributo della Fondazione Cassa diRisparmio di Pistoia e Pescia e della Regione Toscana.

Tempo Reale porta a Pistoia in questa seconda edizione idee e progetti inediti e dal respiro internazionale: il massimo compositore acusmatico Hans Tutschku, conduce il pubblico tra i suoni del Giappone. Inoltre, l’americano David Moss, tra i più innovativi cantanti della musica contemporanea, presenta il suo lavoro, prodotto con Tempo Reale e presentato alla Biennale di Venezia, Many more voices. Nella terza giornata una performance originale ispirata al gioco dei “4 cantoni” fa giocare il pubblico con i dodici musicisti del Tempo Reale Electroacoustic Ensemble. L’edizione 2023 è dedicata a Michele Fiesoli, progettista del giardino prematuramente scomparso.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

La missione di Fabroni Sound Garden è quella di far dialogare l’architettura e lo spazio con la musica, sperimentare una forma di teatro sonoro in nuovi luoghi per un nuovo pubblico trasversale e curioso. Così il “giardino d’autore” diventa teatro di tre giorni di ricerca, attraverso artisti e performer che danno voce al presente, in performance aperte a tutti.

Le tre azioni sonore sono specificamente concepite per il giardino. Nella prima azione il tedesco Hans Tutschku, esponente della composizione acusmatica di oggi, presenta un diario esperienziale, fatto dei materiali sonori più disparati, in una sorta di sinfonia fantastica sul Giappone, fruita in maniera totalmente immersiva dagli spettatori all’interno del giardino, che, con un sistema di altoparlanti, diviene teatro di un paesaggio immaginario pieno di simboli e significati ancestrali, ma anche strumento di approfondimento e conoscenza di tradizioni sonore lontane.

Nella seconda azione sonora, il protagonista assoluto è David Moss, la cui voce si interfaccia con l’elettronica. In “Many more voices” Moss interagisce con l’universo digitale senza confini dei musicisti di Tempo Reale, con riferimenti alla musica di consumo e alla sperimentazione sonora più profonda. Il tutto in un quadro tecnologico d’avanguardia che impiega nuove tecniche di trasformazione dal vivo dei suoni.

La terza azione è dedicata al rapporto tra il tema del gioco e quello dell’improvvisazione musicale, con i “4 cantoni” il giardino si trasforma in un laboratorio a cielo aperto dove gli spettatori sono calati in un’atmosfera giocosa fatta da musica libera e imprevedibile. Impegnati in questo gioco sonoro sono i dodici musicisti del Tempo Reale Electroacoustic Ensemble (che si è già esibito nella prima edizione del Fabroni Sound Garden) guidati da tre “conductor”.

Programma:

Venerdì 8 settembre 2023, ore 19 : HANS TUTSCHKU | REMEMBERING JAPAN

Domenica 10 settembre 2023, ore 19 :DAVID MOSS & TEMPO REALE | MANY MORE VOICES

Martedì 12 settembre 2023, ore 19: TEMPO REALE ELECTROACOUSTIC ENSEMBLE | QUATTRO CANTONI

Edizione di Fabroni Sound Garden dedicata a Michele Fiesoli, progettista del giardino prematuramente scomparso

Eventi a ingresso libero.

In occasione della rassegna:
Giovedì 7 settembre, ore 18, Villa Strozzi – Firenze
Hans Tutschku, “Artifical Intelligence for Sound Composition”
seminario aperto

Fabroni sound garden

Da sinistra Elena Testaferrata, direttrice Musei Civici di Pistoia; Sara Nocentini, presidente Tempo Reale Centro di Ricerca Produzione e Didattica Musicale; Francesco Giomi, direttore Tempo Reale Centro di Ricerca Produzione e Didattica Musicale; Benedetta Menichelli, assessore alla cultura e Cristiana Pasquinelli, consigliera di amministrazione Fondazione Caript.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×