Evento: 1987 – FRAMMENTI DI UNA VALLE

269

1987 – FRAMMENTI DI UNA VALLE

VINCENZO GIOVINE – GLORIA CIAPPONI – LUCA CONCA

Mercoledì 6 Novembre 2019 ore 19.00

Un progetto nato da un’idea del geologo Vincenzo Giovine, con la partecipazione della scrittrice Gloria Ciapponi e del pittore Luca Conca.

Una serata per ricordare la tragedia dell’alluvione in Valtellina avvenuta nel Luglio del 1987 e fare il punto sulla situazione oggi, attraverso tre diversi contributi: quello tecnico-scientifico con una relazione di Vincenzo Giovine, quello letterario con un racconto inedito di Gloria Ciapponi e quello pittorico, con un grande dipinto di Luca Conca.

Tre voci per un ideale dialogo tra linguaggi, suggestioni e ricordi su un tema che non perde mai la sua drammatica attualità.

Vincenzo Giovine

Nato a Milano nel 1966, sposato con Marta, papà di Niccolò Maria.

Geologo libero professionista. Opera da oltre venticinque anni in ambito geologico, geotecnico e

ambientale come consulente di amministrazioni pubbliche e società private.

Già Segretario e Presidente dell’Ordine dei Geologi della Lombardia dal 2015 è Vice Presidente del

Consiglio Nazionale dei Geologi. E’ stato assessore alla Cultura presso il Comune di Casalzuigno in

provincia di Varese.

Organizza convegni a tema geologico e ambientale.

Autore di articoli per riviste del settore tecnico. Partecipa a programmi televisivi come geologo.

Conosce la Valtellina per lavoro e la vive nel tempo libero.

Gloria Ciapponi è nata il 2 ottobre 1973 in provincia di Sondrio, in Italia, dove vive tuttora.

Oggi è editore e scrittrice. Ha esordito con il suo primo romanzo, “Riscatto”, nel 2005, con la casa editrice Il Filo.

Nel 2006 ha partecipato a una selezione della ARPANet con “Il canto della Mantide”, vincendo la pubblicazione del romanzo nella collana Concepts Arte.

Nell’aprile del 2007 ha pubblicato una raccolta di racconti noir intitolata “Caino” e sempre nel 2007 è uscito il suo secondo romanzo, “Adelaide Prux”, pubblicato dalla casa editrice Robin Edizioni di Roma.

Dal 2010 a oggi è Editore e Direttore del periodico “Sei in Valle”, la rivista culturale delle valli alpine, dal 2014 portale on-line con sede in Svizzera (www.seiinvalle.ch).

Nel 2011 ha pubblicato “Le tribolazioni di una selezionatrice” in vendita su www.ilmiolibro.it.

Nel 2017 ha pubblicato lo psico-noir “Il Marchio” con Eclissi Edizioni di Milano.

Luca Conca nasce a Gravedona (CO) nel 1974. Frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera dove si diploma in Pittura nel 1998. Vive e lavora a Morbegno (SO).

PRINCIPALI MOSTRE PERSONALI : 2004 Personaggi e paesaggi – a cura di Alessandro Riva,

Galleria Antonia Jannone, Milano / 2005 Luca Conca – a cura di Michele Tavola, con un testo di Andrea Vitali, Villa Sirtori, Olginate (LC) / 2007 Doppio sguardo – a cura di Rino Bertini, con testi di Marco Vallora e Armando Massarenti, Galleria Credito Valtellinese, Palazzo Sertoli, Sondrio / 2010 L’ombra bianca della montagna – a cura di Fernando Gianesini, con un testo di Elisabetta Sem, TECA, Chiesa Valmalenco (SO) / 2016 Il velo dipinto, a cura di Elisabetta Sem, Galleria Manifiesto Blanco, Milano / 2018 Il lungo addio – a cura di Marcello Abbiati Galleria Manifiesto Blanco , Milano

PRINCIPALI MOSTRE COLLETTIVE: 2002 Premio Lissone – Galleria Civica d’Arte Contemporanea, Lissone (MB) / 2004 Contemporanea Giovani 2 – a cura di Flavio Arensi, Roberto Borghi, Carlo Ghielmetti, Emma Gravagnuolo, Spazio A-Shed/ex Ticosa, Como / 2007 Premio Michetti – a cura di Maurizio Sciaccaluga, Palazzo San Domenico, Museo Michetti, Francavilla al Mare (CH) / Nuovi pittori della realtà a cura di Maurizio Sciaccaluga PAC, Milano / 2009 No landscape, la sparizione del paesaggio – a cura di Luca Beatrice, Fondazione Bandera per l’Arte, Busto Arsizio (VA) / Biennale Giovani Monza 30 artisti per 5 critici – a cura di Daniele Astrologo Abadal, Valentina Gensini, Ivan Quaroni, Michele Tavola, Marco Tonelli, Serrone della Villa Reale, Monza / 2011 Nouvelle figuration italienne – a cura di Michele Tavola , Galleria Beckel Odille Boicos, Parigi / Padiglione Lombardia della 54° edizione della Biennale di Venezia – a cura di Vittorio Sgarbi, Palazzo Te, Mantova / 2015 Creval Contemporary Galleria Credito Valtellinese, Refettorio delle Stelline, Milano.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...