Calabria, torna la rassegna itinerante “Women, Jazz & Wine”

Nel Castello di Serragiumenta al tramonto di scena Joyce Yuille

Calabria, torna la rassegna itinerante “Women, Jazz & Wine”

 

Torna, da mercoledì 7 a venerdì 9 settembre, “Women, Jazz & Wine”, evento nato da un’idea di Sergio Gimigliano (direttore artistico del Peperoncino Jazz Festival, rassegna itinerante nelle più belle località calabresi che quest’anno, alla sua XXI edizione, con i suoi 55 concerti in cartellone, farà tappa complessivamente in 30 comuni della regione) e Demetrio Stancati (presidente del Consorzio Terre di Cosenza DOP, istituito alcuni anni fa per la tutela, valorizzazione e promozione dei vini DOP del Cosentino), che dallo scorso 28 agosto sta portando jazzofili ed enofili calabresi, ma anche tanti turisti in vacanza in Calabria amanti della buona musica e dell’enogastronomia di qualità alla scoperta delle più belle cantine (delle aziende, dei produttori, delle vigne e, ovviamente, dei vini) del Cosentino.

Dopo le riuscitissime esibizioni di Sarah Jane Olog presso la Cantina Le Conche e di Elisa Brown presso la cantina Terre di Balbia, l’appuntamento con le meravigliose voci delle signore del jazz selezionate dal PJF che si esibiscono nelle più belle cantine del Cosentino aderenti al Consorzio Terre di Cosenza DOP all’ora del tramonto vivrà, dunque, una intensissima sessione di tre giorni consecutivi che inizierà domani (mercoledì 7 settembre) ad Altomonte nella magnifica cornice architettonica del Castello di Serragiumenta (dove dal 2004, per la grande passione per il vino dei proprietari, supportati da un enologo e produttore dell’Etna, si coltivano vigneti autoctoni che riflettono la varietà del territorio e lo raccontano).

L’evento inizierà alle ore 17 con la visita alla cantina, proseguirà con il trekking tra le vigne e con la degustazione dei vini del consorzio in abbinamento ai prodotti tipici del territorio (salumi, formaggi, prodotti da forno, conserve sott’olio, confetture ecc.), per finire con l’esibizione, in programma alle ore 19, ad entusiasmare e coinvolgere il pubblico, in un pomeriggio che sarà all’insegna del gospel, del soul, del blues e del jazz, sarà la sublime voce di Joyce Elaine Yuille, artista di New York le cui doti vocali sono in grado di colpire anche lo spettatore più raffinato, ma allo stesso tempo comunicano a tutto il pubblico la grande energia e passionalità di questa cantante.

Joyce ha lavorato con Randy Crawford, Ron, Laura Pausini, Elio e Le Storie Tese, Ronan Keating e molti altri ed è stata sullo stesso palco come corista di Renato Zero, Umberto Tozzi, Enrico Ruggeri e I Pooh, ma anche delle Sister Sledge e di Dee Dee Bridgewater.

Nel 2004 inizia la sua collaborazione come corista nelle tournée di Gloria Gaynor, nella quale ha un ruolo fisso e si esibisce anche come corista di Donna Summer.

Per l’occasione, la portentosa vocalist si esibirà insieme agli Hammond Groovers, trio composto da Antonio Caps all’organo Hammond (allievo di Joey De Francesco e considerato uno dei più versatili e virtuosi hammondisti d’Europa, già applaudito al fianco di Joe Magnarelli, Jerry Weldon, Greg Hutchinson), Daniele Cordisco alla chitarra (vincitore del premio Massimo Urbani e sicuramente uno dei chitarristi più interessanti degli ultimi anni sulla scena italiana, vanta in curriculum collaborazioni con artisti internazionali del calibro di: Ron Carter, Jeff Young, Fabrizio Bosso, Danilo Rea, Max Ionata, Gary Smulyan, Godwin Louis, Gege’ Munari, Giorgio e Dario Rosciglione, Jimmy LaRocca, i fratelli Deidda, Gregory Hutchinson, Sarah McKenzie, Ronnie Cuber, Roberto Gatto, Donna McElroy, Roy Hargrove, Esperanza Spalding, Denise King, Stjepko Gut ecc.) ed Elio Coppola alla batteria, (Joey De Francesco, Benny Golson e Peter Bernstein).

Giovedì 8 settembre, poi, le piccanti note del Peperoncino Jazz Festival si caratterizzeranno nel segno di “Women, Jazz & Wine” in occasione della quarta tappa dell’evento realizzato in joint-venture con il Consorzio Terre di Cosenza, in programma a Bisignano nella splendida Cantina Serracavallo (azienda agricola che si estende per 55 ettari, di cui 30 di vigneto e 10 di uliveto) laddove salirà sul palco la carismatica cantante romana Nicky Nicolai (vincitrice, tra l’altro, del Festival di Sanremo nel 2005), che accompagnata dal DEA Trio e con ospite il fortissimo sassofonista Stefano Di Battista (considerato uno dei migliori jazzisti del panorama europeo) sarà protagonista in un concerto raffinato, accattivante, dalle atmosfere vagamente retrò e cinematografiche.

Per il gran finale, in programma venerdì 9 settembre, invece, a Castrovillari, nel suggestivo scenario delle Tenute Ferrocinto (antica dimora circondata da 120 ettari di uliveti e vigneti coltivati prevalentemente con vitigni autoctoni calabresi) sarà di scena una delle cantanti più ricercate della musica nera: Martha High, definita “la Diva del Soul-Funk planetario” per la sua voce potente, raffinata e avvolgente, artista che per oltre 30 anni è stata al fianco del leggendario James Brown, insieme al quale si è esibita, tra gli altri, con Little Richard, Jerry Lee Lewis, The Temptations, Aretha Franklin, George Clinton, B.B. King, Mary J. Blige, Maceo Parker, Stevie Wonder e Police.

Per ulteriori informazioni VISITA IL SITO.

Calabria, torna la rassegna itinerante “Women, Jazz & Wine”

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...