Bologna, la città premia gli “Ambassador 2022”

Nasce il fondo per gli eventi: 500mila euro all’anno

Bologna, la città premia gli “Ambassador 2022”.

Lunedì 11 aprile 2022 alle 18 presso la Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio si è tenuta la quarta edizione del progetto Bologna, la città degli Eventi – Premiazione Bologna Ambassador 2022, in occasione della quale sono state premiate le dodici personalità che quest’anno si sono aggiudicate il prestigioso riconoscimento.

Giunta alla quarta edizione, l’iniziativa si rivolge a personalità autorevoli del mondo accademico, medico, scientifico, professionale, imprenditoriale e istituzionale della città, interessate a candidare Bologna come sede di un futuro evento congressuale o di altra tipologia.

Il riconoscimento è promosso dal Comune di Bologna, su iniziativa del Bologna Convention Bureau – la divisione di Bologna Welcome che si occupa di promuovere la città sul mercato dei congressi e degli eventi per ospitare nella destinazione eventi congressuali, aziendali, di incentivazione e di ogni altro genere, nazionali e internazionali.

“Ambasciatori” ed “Ambasciatrici” del territorio

Grazie al loro prestigio e alla rete di rapporti nazionali e internazionali, le personalità premiate possono farsi portavoce del valore della  destinazione e influenzare le decisioni nella scelta di Bologna per eventi di rilievo, diventando così davvero “Ambasciatori” ed “Ambasciatrici” del territorio e contribuendo a migliorare la visibilità della destinazione e il suo sviluppo scientifico, culturale ed economico.

A supporto degli Ambasciatori della città il Bologna Convention Bureau offre a titolo gratuito servizi concreti per il successo dell’evento, come ad esempio la preparazione della documentazione di candidatura o l’individuazione degli spazi, la selezione dei migliori fornitori, oltre ad attivare e facilitare le relazioni con le istituzioni locali e a fornire supporto organizzativo, comunicativo, ma anche economico sia nella fase della candidatura che durante l’evento stesso.

Il fondo Bologna Welcomes Events

Contestualmente alla premiazione degli Ambassador, è stata presentata la grande novità di quest’anno, ovvero Bologna Welcomes Events, il piano incentivi per gli organizzatori di eventi. Con questa iniziativa il Comune di Bologna dedica un fondo di 500mila annui per tre anni al settore congressuale per la ripresa post pandemia e vuole offrire contributi pensati per agevolare la realizzazione di grandi eventi a Bologna metropolitana per gli anni 2023-2025.

L’obiettivo è stimolare allo stesso tempo l’organizzazione di congressi ed eventi nella destinazione, coinvolgendo gli operatori territoriali altamente qualificati.

Sono previsti incentivi per eventi nazionali ed internazionali con un minimo di 400 partecipanti e di 2 pernottamenti nel nostro territorio. Il contributo per associazioni ed aziende che sceglieranno Bologna metropolitana come sede della prossima edizione del loro evento (Congressi, Convegni, Meeting, Riunioni aziendali) è fino a un massimo di 50mila euro a seconda del numero di partecipanti e del carattere nazionale o internazionale dell’evento.

Tutte le informazioni e i dettagli per partecipare all’iniziativa sono pubblicati sul sito www.bolognaconventionbureau.it.

Bologna, una città a misura di evento

Bologna continua ad essere una città a misura di evento, che valorizza e facilita la partecipazione per la facile accessibilità nazionale ed internazionale e per le sue caratteristiche di autenticità, sviluppo di conoscenze, con una vivace attività congressuale promossa dalla comunità accademica.

Negli ultimi anni Bologna si è ufficialmente posizionata nella Top100 tra le città di tutto il mondo per il numero di eventi internazionali organizzati – allo stesso livello di Istanbul e prima di Francoforte, Venezia – oltre che nella Top5 in Italia. Nel corso dell’evento sono stati ricordati i servizi che Bologna come destinazione mette a disposizione per gli organizzatori e i promotori degli eventi.

È stata inoltre un’occasione per ringraziare i protagonisti e le protagoniste che si sono distinti e distinte spendendosi per la destinazione, facendone promozione a livello internazionale e per premiare gli esponenti della cultura, della scienza e del mondo imprenditoriale della città, ovvero le personalità che nel corso del 2021 e 2022 anni hanno ottenuto l’importante risultato di portare a Bologna congressi o eventi nazionali e internazionali con almeno 500 partecipanti.

La cerimonia

Giovanni Trombetti, presidente di Bologna Welcome ha dato il benvenuto e durante la cerimonia sono intervenuti Matteo Lepore, sindaco di Bologna, Giovanni Molari, Magnifico Rettore dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, Mattia Santori, presidente Territorio Turistico Bologna-Modena, Gianpiero Calzolari, presidente di BolognaFiere, Silvia Cagnone, professoressa associata del Dipartimento di Scienze Statistiche, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.
In conclusione, la premiazione dei dodici Bologna Ambassador 2022.

I primi 5 classidicati

Ecco quindi i nomi di chi ha ricevuti questo prestigioso riconoscimento:

  1. per International meeting “Summer talks in Bologna on Pediatric and Congenital Cardiac Surgery”
    Emanuela Angeli – cardiochirurgo pediatrico
    UO Cardiochirurgia Pediatrica e dell’Età Evolutiva
    IRCCS Azienda Ospedaliero- Universitaria di Bologna, Policlinico di S.Orsola
    Gaetano D. Gargiulo – professore ordinario, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
    direttore Cardiochirurgia Pediatrica e dell’età evolutiva
    IRCCS Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna, Policlinico di S.Orsola
  2. per International Meeting of the Psychometric Society – IMPS 2022
    Silvia Cagnone – professoressa associata, Dipartimento di Scienze Statistiche, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
  3. per European Huntington’s Disease Network Plenary Meeting -EHDN
    Pietro Cortelli – professore ordinario di Neurologia Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. Direttore Operativo IRCCS-ISNB AUSL Bologna
  4. per Symposium of the International Society for Laboratory Hematology -ISLH
    Giuseppe d’Onofrio -professore di Ematologia e Patologia Clinica – Università Cattolica di Roma
  5. per 41th International Conference on High Energy Physics –ICHEP 2022
    Paolo Giacomelli – primo ricercatore Dr presso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
    Lorenzo Bellagamba – primo ricercatore Ph.D presso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna

Altri premiati 

  • per International Symposium on Cone Penetration Testing – CPT’22
    Guido Gottardi – professore ordinario di Geotecnica del Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali (DICAM), Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
  • per The Aortic Forum e Bologna Heart Surgery Symposium
    Davide Pacini – professore ordinario Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. Direttore UO Complessa di Cardiochirurgia Azienda Ospedaliero-Universitaria IRCCS di Bologna
  • per 14th European Pesticide Residue Workshop – EPRW 2022
    Patrizia Pelosi – ricercatore presso L’Istituto Superiore di Sanità – Roma
  • per Fiera internazionale Mecspe – industria manufatturiera
    Gianfranco Ferilli, vicepresidente SENAF
  • per Campioni d’Italia 2020-21
    Luca Baraldi, CEO Virtus Segafredo Bologna

Parola al Sindaco Lepore

“Sono felice che Bologna Ambassador giunga alla quarta edizione, un progetto che ho avuto a cuore prima come Assessore e ora, ancora di più, in qualità di Sindaco.” Dichiara il sindaco Matteo Lepore. “Il settore degli eventi porta alla città crescita e produttività economica e per il Comune di Bologna resta un segmento chiave, su cui investire, per continuare a lavorare sui temi dell’attrattività della destinazione. Anche per questo sono orgoglioso del neonato piano incentivi, che consentirà un ulteriore passo in avanti in questa direzione.

Le voci del mondo accademico

“Esprimo la mia grande soddisfazione per questa iniziativa e per l’impegno dei nostri ‘Ambasciatori’”, dichiara Giovanni Molari, Magnifico Rettore dell’Alma Mater Studiorum. “La Città di Bologna e l’Università di Bologna confermano anche in questo modo la loro strategica alleanza: è significativo che una parte consistente dei premiati sia rappresentata da docenti dell’Alma Mater. A loro e a tutti gli Ambassadors va la mia gratitudine”.

“Lo sforzo congiunto di Città e Università”, aggiunge Simona Tondelli, Prorettrice Vicaria dell’Ateneo, “può fare di Bologna un luogo unico per vitalità civica e creatività culturale. Benemerite, dunque, le iniziative che premiano e incentivano chi si impegna per questo comune fine”.

Giovanni Trombetti, Presidente di Bologna Welcome

“Siamo orgogliosi di come il nostro Convention Bureau abbia continuato a lavorare anche durante questi anni più complessi e le candidature a cui stiamo lavorando, insieme all’essere giunti alla quarta edizione del progetto Bologna Ambassador ne è una prova inequivocabile.” Dichiara Giovanni Trombetti, Presidente di Bologna Welcome.

“Ringrazio tutti coloro che continuano a portare a Bologna i loro eventi, accrescendo il prestigio di questa destinazione di per sé accogliente, ospitale e pronta a crescere ancora di più in tutto il comparto MICE.”

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...