fbpx

Bologna: InChiostro, il programma della seconda settimana

da martedì 27 a giovedì 29 giugno

Bologna: InChiostro, il programma della seconda settimana.

Il progetto è parte di Bologna Estate 2023, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Territorio Turistico Bologna-Modena.

Martedì 27 giugno va in scena, nell’ambito di Carne – focus di drammaturgia fisica di ERT curata da Michela Lucenti, Paesaggio d’interni di Balletto Civile, una performance che indaga la complessa relazione emotiva tra uomini e donne. In scena, immersi in un caleidoscopio di immagini, gli interpreti danzano, cambiano postazione e ruoli. In scena un tavolo e due sedie, uno spazio concepito come un’isola a cui approdare. A collegare la tempesta d’impulsi che si scatena tra gli individui c’è una drammaturgia che impone un continuo cambio di prospettiva, rendendo ciò che sembra apparentemente chiaro, velocemente inaspettato. Al termine della performance il critico di danza e giornalista Carmelo Zapparrata conduce un incontro con gli artisti.

Mercoledì 28 giugno si prosegue con Sinfonietta alcolica dell’attore Alberto Astorri, un omaggio al poeta e slavista Angelo Maria Ripellino, in occasione dei cent’anni dalla nascita (1923-2023). Ispirata alle raccolte Sinfonietta, Notizie dal diluvio e Splendido violino verde, la lettura scenica di Astorri mescola la poesia ad alcuni frammenti di prosa dei grandi interpreti del teatro russo d’avanguardia tratti dal noto romanzo-saggio dello stesso Ripellino Il trucco e l’anima.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Bologna: InChiostro, il programma della seconda settimana

Le tre antologie poetiche costituiscono un diario nel quale la vicenda privata si intreccia con la Storia: traspare così la desolazione di un mondo fatto di soprusi e affaccendato nella guerra, triste cronaca di questi anni. «Emerge perciò un implacabile senso di morte – commenta Astorri – stemperata però dalla poesia sfavillante di Ripellino: “luna park bruciante e immaginifica girandola». Tra parole e poesia, l’omaggio si trasformerà man mano in una “nottata alcolica” di confessioni mistiche, con brindisi finale insieme al pubblico a colpi di vodka. Lo spettacolo è introdotto da un prologo curato dallo studioso e critico teatrale Sergio Lo Gatto.

Giovedì 29 giugno va in scena un nuovo appuntamento per la rassegna Carne: la performance The idea of you dell’artista visivo, danzatore e coreografo Francesco Collavino, uno studio sui concetti di esposizione e apparizione. All’interno di uno spazio scenico concepito come un dispositivo installativo, l’interprete si muove ponendo il suo corpo in dialogo con una serie di immagini, veri e propri segni in continua sovrapposizione, che si trasformano e vivono grazie al movimento del danzatore. La composizione coreografica genera una dinamica di relazione instabile di latenze e risvegli, di affioramenti e sfocature, mentre il corpo umano diviene strumento per attivare una riflessione intorno all’identità delle immagini. Al termine della performance il critico di danza e giornalista Carmelo Zapparrata conduce un incontro con l’artista.

La terza e ultima settimana vedrà in scena martedì 4 luglio Nicola Borghesi della compagnia bolognese Kepler-452 con Gli altri. Un’indagine sui nuovissimi mostri; il concerto di musica jazz di Ada Flocco 4tet, in programma mercoledì 5 luglio; e infine Fioritura, una performance di danza di Elisa Spina ideata e int

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×