Bergamo, 7 dicembre: 61 anni delle donne in Polizia

Bergamo, Nella giornata di lunedì 7 dicembre 2020 ricorrerà il 61° anniversario dell’istituzione del Corpo della Polizia Femminile.
Festeggiamo dunque quel cambiamento storico, che con la legge 1083 del 7 dicembre 1959, aprì le porte alle donne nella nostra Amministrazione, la prima a farlo tra tutte le forze di polizia.
La legge prevedeva il concorso per due ruoli: quello delle ispettrici che possedevano la laurea ed erano avviate alla carriera direttiva, e quello delle assistenti che possedevano il diploma ed erano avviate alla carriera di concetto.
Il campo di intervento era molto specifico e necessitava della giusta sensibilità per occuparsi dei reati che riguardavano la tutela della moralità pubblica, della famiglia, delle donne e dei minori.
Il contributo dell’azione delle donne nella nostra Amministrazione è stato fondamentale in quegli anni e lo è tutt’oggi a 39 anni dalla riforma del 1981 che ha unificato il corpo delle guardie di P.S. e la Polizia femminile nella moderna Polizia di Stato che conosciamo.
Le donne poliziotte ora sono oltre 15 mila e ricoprono ogni qualifica, dall’agente al dirigente generale di Pubblica Sicurezza, il Vice Capo della Polizia è donna, e sono impiegate in ogni settore e specialità della nostra istituzione per servire al meglio la comunità.
Per l’occasione il Vice Questore in quiescenza Rosa PICARELLA, che ha prestato servizio in questa sede, ha inteso donare 2 copricapo in uso al Corpo di Polizia Femminile, che sono stati posizionati in una teca all’ingresso principale della Questura unitamente ad altri preziosi cimeli storici.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...