fbpx
CAMBIA LINGUA

Matteo Piantedosi ha incontrato il Segretario generale dell’Interpol Jürgen Stock: si ribadisce l’importanza di una solida collaborazione tra gli Stati e Interpol

Di particolare rilevanza il programma I-Can e l’avvio del nuovo progetto denominato “Identity”

Matteo Piantedosi ha incontrato il Segretario generale dell’Interpol Jürgen Stock: si ribadisce l’importanza di una solida collaborazione tra gli Stati e Interpol

Ieri -12 aprile-  al Viminale, il Ministro dell’interno, Matteo Piantedosi, ha incontrato il Segretario generale dell’Interpol Jürgen Stock.

Durante l’incontro, è stata ribadita l’importanza di una solida collaborazione tra gli Stati e Interpol nella lotta alla criminalità organizzata e al terrorismo che ormai hanno una proiezione sovranazionale.

Nell’ambito della cooperazione tra il Viminale e l’Interpol assume particolare rilevanza il programma I-Can (Interpol Cooperation Against ‘Ndrangheta), che attualmente coinvolge 18 Paesi.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Grazie a questa iniziativa, di prevenzione e contrasto alla ‘Ndrangheta, sono già stati arrestati 46 latitanti ed è in corso lo sviluppo di sempre più intense e mirate forme di collaborazione di polizia.

Di particolare importanza è anche l’avvio, a luglio, del nuovo progetto denominato “Identity”: uno strumento che consentirà di identificare i migranti giunti irregolarmente in Italia e che servirà a fronteggiare il potenziale rischio di infiltrazione di soggetti pericolosi per la sicurezza.

Nel corso del bilaterale, è stato evidenziato che l’attuale contesto geopolitico ci pone di fronte a nuove sfide, che richiedono una risposta coordinata a livello europeo e internazionale.
Pertanto, sarà necessario il massimo sforzo congiunto tra Forze di Polizia dei Paesi in cui operano le organizzazioni criminali dedite al traffico di esseri umani.

All’incontro ha partecipato il Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza-Direttore Centrale della Polizia Criminale Vittorio Rizzi.

Ieri -inoltre- la Polizia ha celebrato il 171esimo anniversario della sua fondazione, nell’occasione sono stati consegnati i riconoscimenti e le benemerenze agli agenti che si sono distinti.

“Aprirsi al nuovo ed esserci sempre tra i minori”, ha sottolineato il Questore di Torino , Vincenzo Ciarambino, durante la cerimonia che si è svolta all’auditorium del conservatorio “Giuseppe Verdi”, in piazza Bodoni.
“E’ l’impegno per far comprendere loro i rischi connessi con l’uso di stupefacenti e di alcol e per formarli a una coscienza civica, esserci a fianco delle donne che soffrono per le violenze e le umiliazioni subite, esserci tra le persone anziane che spesso vivono nella solitudine e nelle insidie che in essa si celano, esserci sempre ovunque, in ogni angolo delle nostre città, dove una divisa o una volante serve a portare un’immagine di sicurezza a tutte quelle fasce sociali che la percepiscono sempre di meno”, continua il Questore.

Il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, a margine della cerimonia del 171° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato ospitata dal Teatro Verdi di Trieste, ha sottolineato che “La grande alleanza tra istituzioni continua a dare risultati positivi su tutto il nostro territorio”.

Matteo Piantedosi ha incontrato il Segretario generale dell’Interpol Jürgen Stock: si ribadisce l’importanza di una solida collaborazione tra gli Stati e Interpol

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×