Bologna, 34enne denunciato per aver esibito il green pass di un’altra persona fotografato di nascosto

Durante i controlli sono tutti risultati in regola tranne un uomo, denunciato per sostituzione di persona

Anzola Emilia (Bologna), i Carabinieri della Stazione ferroviaria hanno avviato una massiccia serie di controlli finalizzati alla verifica della Certificazione verde COVID-19 richiesta per accedere nei locali. Al momento della verifica, i Carabinieri non si limitano a visualizzare la validità del QR Code esibito dal cliente, ma approfondiscono l’accertamento per rilevare eventuali anomalie che potrebbero emergere da chi, contrario alla vaccinazione anti COVID-19, ha manipolato la procedura per mantenere lo stile di vita e continuare a entrare nei locali, come, appunto, andare al bar a prendersi un caffè. Quasi tutti i clienti controllati nella giornata di ieri dai Carabinieri, in particolare, una cinquantina di persone identificate all’interno di otto esercizi pubblici, è risultata in regola con la normativa, mentre un 34enne straniero è stato denunciato per sostituzione di persona (Art. 494 del Codice Penale) perché, contrario alla vaccinazione anti COVID-19, aveva esibito il QR Code di un’altra persona (estranea alla vicenda), fotografato di nascosto. Oltre alla denuncia, il cliente ha ricevuto la sanzione di 400 euro.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...