fbpx

Ciao Maurizio!

Caro Mauriziochi lo avrebbe immaginato che dopo tanti anni mi sarebbe toccato scrivere e dare la notizia della tua morte.
Caro Mauriziomi hai insegnato molto, ma soprattutto mi hai fatto tanta compagnia, e mi hai intrattenuto e tirato su il morale in un periodo molto buio della mia vita.
Sei stato per decenni un mio punto di riferimento serale, serate e momenti che con ansia aspettavo per distrarmi un po’ dalla durezza di quegli anni drammatici che stavo vivendo. Mi rallegravi e mi davi un motivo in più per “reggere” la vita, dura e straziante, che stavo vivendo. 
Mi hai fatto tanta, tanta compagnia. Tu, Maurizio, col “Maurizio Costanzo Show”: avevo 14 anni, e non mi perdevo una puntata, non lo nascondo anzi ne sono enormemente orgoglioso a dirlo, stavo ogni sera fino alle 2/3 di notte attaccato alla TV, non mi perdevo una tua puntata.
Per anni e anni, eri il mio “appuntamento” fisso serale.
Ogni sera sapevo che tu eri lì, tu c’eri, potevo contare su di te, eri un punto di riferimento, e tu non mi deludevi, aprivi il sipario, e mi immergevo nel tuo Show, lasciandomi alle spalle, per qualche ora di pace e serenità, lo strazio di quella mia vita.
Sei stato lì con me, a farmi compagnia, senza saperlo mi “sostenevi”, e lo hai fatto per molti anni, i miei anni più duri.
Mi hai dato molto! Mi hai aiutato molto!
Mi mancherai enormemente, e il tuo “salotto” televisivo mi manca e mi mancherà tantissimo!
Grazie!
Direttore
Lorenzo Chiaro

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×