Ravenna, Zattoni nuova presidente Lions Club

Daniela Zattoni è un legale del foro di Ravenna. Già avvenuto il passaggio di testimone con il presidente uscente Lorenzo Frisenda

Ravenna, Zattoni nuova presidente Lions Club.

È Daniela Zattoni la nuova presidente del Lions Club Ravenna Romagna Padusa. La cerimonia di insediamento si è tenuta nella splendida cornice dei giardini di Palazzo Manzoni, mirabile convento fortificato del 1400 costruito dai monaci classensi poi diventato proprietà dei conti Manzoni di Faenza. 

Una cinquantina, tra soci del club ed invitati, hanno preso parte all’evento. Presenti, tra gli altri, il presidente della Fondazione Lions Clubs per la Solidarietà del distretto Lions 108A Francesca Romana Vagnoni del Club San Benedetto del Tronto Host, il tesoriere del distretto Lions 108A Carlo Simoncelli, il presidente della prima e seconda Circoscrizione Romagna del distretto Lions 108A Cinzia Ghirardelli, il secondo vice governatore incoming del distretto Lions 108A  Mario Boccacini del Lions Club Ravenna Host, il Grande Ufficiale Prof. Avv. Alberto Gamberini, il presidente del Ravenna Football Club Ravenna FC 1913 Alessandro Brunelli, il direttore generale Claudia Zignani e il presidente dell’Istituzione Biblioteca Classense Patrizia Ravagli.

Daniela Zattoni è un legale del foro di Ravenna con una trentennale esperienza al vertice di uffici legali di imprese di costruzioni italiane. Attualmente svolge la libera professione. Il passaggio di testimone con il presidente uscente Lorenzo Frisenda è avvenuto giovedì 30 giugno.

«È un grande onore assumere la carica di Presidente di questo bellissimo club – ha dichiarato Daniela Zattoni – un onore ed un onere: bisogna esserne all’altezza. Si è chiuso un anno lionistico densissimo di attività e di risultati. Si veniva da 2 anni di “fermo” causa pandemia. Il virus, un essere microscopico, ha messo in ginocchio il mondo, ha fermato i potenti della terra. L’Uomo si è trovato impotente, ma ci ha insegnato l’importanza del Tempo, l’importanza della amicizia, del bello di stare insieme. Ci ha insegnato che il “piegare la testa” con umiltà agli eventi della Vita è una forza: come il giunco si piega flessuoso alla tempesta, non come l’orgogliosa quercia. Quando la tempesta passa il giunco si rialza, la quercia si spezza». 

«Ci ha insegnato a guardare l’altro, quelli che restano indietro, i più fragili, ad adeguare il nostro passo con il loro: solo così si fa “muro”, un muro che è un argine ad ogni solitudine, ad ogni bisogno. Questa è la forza dei Lions: la squadra. Non ho mai creduto al “one man show”. Ho sempre creduto nel paziente lavoro in team. Il nuovo anno lionistico si apre su scenari internazionali che dispiegano nuove inquietudini e occorrerà ancor più di prima mettere al centro della nostra attenzione le persone e le esigenze del territorio. Occorrerà, quindi ottimizzare gli sforzi e le risorse per destinarli ad obiettivi puntuali», ha concluso la neo presidente. 

L’elezione di Daniela Zattoni a presidente di Club vuole anche essere un omaggio e un ricordo simbolico della convention di Taipei del 5 luglio 1987 in cui venne votata con grande maggioranza la fine della discriminazione delle donne nella partecipazione attiva ai Lions club.

Il nuovo organigramma del Lions Club Ravenna Romagna Padusa per l’annata lionistica 2022/2023 è così composto: Daniela Zattoni (Presidente), Riccardo Severi (1° Vicepresidente), Simone Godoli (2° Vicepresidente), Lorenzo Frisenda (Past President) Andrea Bandini (Segretario), Sergio Minghetti (Cerimoniere), Carlo Simoncelli (Tesoriere), Susanna Falzoni (GMT) Marco Ronchi (GST), Cinzia Ghirardelli, Corrado Pirazzini, Stefano Sansavini e Carlo Serafini (Consiglieri).

lions ravenna 1

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...