fbpx
CAMBIA LINGUA

Viola l’obbligo di soggiorno a Bolzano e si reca in stazione ferroviaria a Merano, arrestato dalla Polizia di Stato

L'uomo si era allontanato dalla propria abitazione senza la preventiva autorizzazione del Tribunale di Sorveglianza di Reggio Calabria, il quale ha emesso il provvedimento circa un anno fa per la durata di 3 anni.

Viola l’obbligo di soggiorno a Bolzano e si reca in stazione ferroviaria a Merano, arrestato dalla Polizia di Stato.

Martedì 16 gennaio scorso mattina il personale del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato “Piemonte” e del Posto di Polizia Ferroviaria di Merano (BZ), hanno eseguito a Merano l’arresto in flagranza di un cittadino italiano di 52 anni per inosservanza della Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Bolzano.

Nello specifico l’uomo è stato fermato nei pressi della stazione ferroviaria per un controllo congiunto scoprendo che si era arbitrariamente allontanato dalla propria abitazione senza la preventiva autorizzazione del Tribunale di Sorveglianza di Reggio Calabria, il quale ha emesso il provvedimento circa un anno fa per la durata di 3 anni.

La persona, pluripregiudicata, è stata condotta in ufficio e dichiarata in stato di arresto, misura convalidata dall’Autorità Giudiziaria altoatesina dopo qualche ora che lo ha rimesso in libertà in attesa della celebrazione del processo già fissato.
Si precisa che, per il principio della presunzione di innocenza, la responsabilità penale dell’indagato sarà accertata solo all’esito del giudizio con sentenza penale irrevocabile.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Viola l’obbligo di soggiorno a Bolzano e si reca in stazione ferroviaria a Merano, arrestato dalla Polizia di Stato.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×