fbpx
CAMBIA LINGUA

Vicenza, rimpatriato a Nuova Dehli detenuto indiano. Nel 2016 aveva cercato di importare in Italia diversi farmaci e sostanze stupefacenti

L’uomo era gravato da molteplici precedenti penali e giudiziari

Vicenza, rimpatriato a Nuova Dehli detenuto indiano. Nel 2016 aveva cercato di importare in Italia diversi farmaci e sostanze stupefacenti.

Nella giornata di ieri l’Ufficio Immigrazione della Questura di Vicenza ha posto in essere una complessa procedura di rimpatrio in India di K.H., nato nel 1993, detenuto presso la Casa circondariale di Vicenza.

L’uomo era gravato da molteplici precedenti penali e giudiziari e si trovava in carcere per scontare un cumulo di pene emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vicenza.

Giunto in Italia all’età di sette anni per ricongiungersi con il padre regolarmente soggiornante, aveva ottenuto un permesso di soggiorno.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Il giovane aveva però iniziato a delinquere e nel 2016 era stato arrestato dalla Guardia di Finanza a Tessera nel corso di un controllo mirato al contrasto e alla repressione di traffici illeciti. L’uomo, proveniente dall’India con un volo aereo che aveva fatto scalo in Quatar, stava cercando di importare in Italia diversi farmaci, nonché sostanze stupefacenti.

Successivamente si era trasferito in provincia di Vicenza ed aveva proseguito la sua attività delittuosa nelle zone di Arzignano e Montebello Vicentino, dove aveva messo a segno innumerevoli furti. Condannato nel 2018, aveva trascorso qualche mese in carcere e successivamente era stato autorizzato a scontare la pena agli arresti domiciliari, ma presto era evaso al fine di procurarsi sostanze stupefacenti.

Nel 2020 il Questore di Vicenza aveva emesso nei suoi confronti avviso orale, ma lui aveva continuato a delinquere.

Qualche settimana dopo veniva nuovamente arrestato a Padova in quanto, in concorso con una connazionale sempre residente nel vicentino, era stato ritenuto responsabile del furto di alcuni monili d’oro asportati da una borsa di una donna all’interno di un bar di Piazza Mazzini. Successivamente veniva condannato a 8 mesi di reclusione, gli venivano concessi gli arresti domiciliari ma fuggiva nuovamente dall’abitazione.

Nel 2021 veniva condannato dal Tribunale di Vicenza alla pena di 5 anni e 6 mesi di reclusione, in quanto resosi responsabile di 15 furti tutti commessi nel 2018.

Successivamente veniva condannato ad 1’ulteriore anno di reclusione per una serie di furti commessi all’interno di abitazioni del vicentino.

Nel 2022 il Questore di Vicenza gli revocava il permesso di soggiorno pertanto l’uomo non aveva più un titolo valido per permanere sul territorio nazionale.

Nella giornata di ieri lo straniero veniva prelevato dal carcere e, in esecuzione della misura dell’espulsione giudiziaria, rimpatriato in India. Fondamentale è risultata l’acquisizione da parte dell’Ufficio Immigrazione del documento valido all’espatrio presso il Consolato indiano di Milano, per poter procedere alla misura.

Vicenza, rimpatriato a Nuova Dehli detenuto indiano. Nel 2016 aveva cercato di importare in Italia diversi farmaci e sostanze stupefacenti

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×