Verona, due arresti e sequestro di cocaina, eroina e 1500 euro in contante in meno di 12 ore

Verona, due arresti e sequestro di cocaina, eroina e 1500 euro in contante in meno di 12 ore.

Spacciava sull’uscio di casa la 41enne arrestata dagli agenti delle Volanti della Questura di Verona. La donna stava aspettando un acquirente sul pianerottolo, appena fuori dalla porta del suo appartamento sito in borgo Roma, quando i poliziotti l’hanno raggiunta. E nonostante li abbia visti entrare, non ha fatto in tempo a disfarsi della droga in suo possesso.

La donnaveronese, già nota alle forze dell’ordine – è stata vista gettare a terra un involucro di plastica e tentare, in tutta fretta, di nascondere qualcosa tra gli indumenti intimi. Le verifiche effettuate in seguito hanno consentito di accertare che il cellophane trasparente abbandonato sul pavimento conteneva 1,21 grammi di cocaina, mentre l’altro, quello occultato tra gli indumenti, aveva al suo interno più di 10 grammi di eroina. La perquisizione, estesa anche all’abitazione della 41enne, ha condotto, inoltre, al rinvenimento di quasi 1500 euro: denaro ritenuto probabile provento dell’attività di spaccio e, in quanto tale, sequestrato.

All’interno dell’appartamento della donna, era presente un cittadino extracomunitario che, dopo gli opportuni accertamenti, è risultato noto alle forze dell’ordine per reati in materia di stupefacenti e irregolare sul territorio nazionale. Per questo motivo è stato accompagnato negli uffici di Lungadige Galtarossa a disposizione dell’ufficio immigrazione, che ha provveduto alla trattazione delle pratiche relative alla sua espulsione dal territorio nazionale.

La donna, che ha atteso in Questura la celebrazione del rito direttissimo, è comparsa questa mattina davanti al giudice che, dopo la convalida dell’arresto, ha disposto nei suoi confronti la misura della custodia cautelare in carcere.

Nel corso della notte, gli agenti delle Volanti hanno arrestato anche un 31enne, sorpreso mentre frugava all’interno di un’auto in sosta nel parcheggio pubblico di Porta Palio.

Ad attirare l’attenzione degli agenti delle Volanti in servizio di controllo del territorio è stata la presenza, intorno alle 2, di un’Audi Q5, parcheggiata con i fari accesi e il finestrino anteriore destro completamente frantumato.

All’interno del suv, seduto sul sedile anteriore lato passeggero, era presente il 31enne che, dopo aver rovistato nel cassetto porta oggetti, aveva prelevato alcuni oggetti per poi occultarli nelle proprie tasche. Poco lontano, i poliziotti hanno trovato anche un’altra auto con il finestrino infranto e l’abitacolo completamente rovistato.

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per reati in materia di stupefacenti, è stato trovato in possesso di numerose monete di vario taglio, uno smartphone privo di scheda sim, un telecomando elettrico e una collana con un crocifisso, tutti oggetti di cui il 31enne non ha saputo giustificare la provenienza. Inoltre, all’interno di una tasca, è stato rinvenuto il sasso usato verosimilmente per infrangere il finestrino.

Al termine degli accertamenti, l’uomo è stato accompagnato presso gli uffici di Lungadige Galtarossa dove, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica dott.ssa Maria Diletta Schiaffino, ha atteso la celebrazione del rito direttissimo. Questa mattina, il giudice ha convalidato l’arresto.

 

Verona, due arresti e sequestro di cocaina, eroina e 1500 euro in contante in meno di 12 ore

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...