fbpx
CAMBIA LINGUA

Venezia: proseguono i servizi alto impatto in terraferma ed in laguna, 280 persone controllate, fermate 4 borseggiatrici

Arrestata per spaccio una donna a Jesolo.

Venezia: proseguono i servizi alto impatto in terraferma ed in laguna, 280 persone controllate, fermate 4 borseggiatrici.

Continua senza sosta l’intensificazione dei servizi ad Alto Impatto nelle zone limitrofe alla stazione di Mestre e nel territorio di Marghera, sulla scorta delle determinazioni assunte in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica dal Prefetto di Venezia d’intesa con il Questore, finalizzate al contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa, degrado urbano e tossicodipendenza i quali, grazie all’attività coordinata dalla Questura di Venezia con il contributo del Compartimento di Polizia Ferroviaria di Venezia, di Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale, nella settimana uscente hanno portato complessivamente all’identificazione ed al controllo di più di 170 soggetti, di cui più della metà stranieri e di cui molti gravati da precedenti di polizia, 30 veicoli ed ulteriori approfonditi controlli all’interno di più diversi esercizi commerciali della zona nell’ambito dei quali sono state comminate sanzioni amministrative di vario genere nei confronti di due locali per un totale di circa 3400 euro.

Inoltre, sempre nel corso della settimana uscente, si sono svolti ulteriori mirati servizi da parte dei poliziotti dei Commissariati di Mestre e di Jesolo (VE) i quali, unitamente a pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Padova, hanno portato complessivamente all’identificazione ed al controllo di ulteriori 112 persone, tra cui 5 con a carico precedenti penali di vario tipo e di quasi 80 veicoli.

Nello specifico, inoltre, nella giornata di venerdì 9 febbraio scorso, gli investigatori del Commissariato di Jesolo (VE) hanno tratto in arresto una giovane donna sospettata di spaccio di sostanze stupefacenti.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Nello specifico i poliziotti, nel corso di un’attività di prevenzione e controllo del territorio, dopo una meticolosa attività di osservazione, hanno intercettato la giovane donna la quale, partita in autobus da Jesolo (VE), sarebbe stata sorpresa nei pressi degli istituti scolastici di San Donà di Piave (VE) mentre sarebbe stata intenta a cedere una dose di sostanza stupefacente di tipo hashish ad un potenziale acquirente minorenne.

Gli agenti, intervenuti nell’immediatezza, hanno fermato la donna la quale, a seguito di perquisizione personale, sarebbe stata trovata in possesso di ulteriori 73 gr. di sostanza stupefacente oltre ad un bilancino di precisione.

La donna pertanto, è stata arrestata e posta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nel corso della settimana, inoltre, la Polizia di Stato di Venezia ha ulteriormente intensificato i servizi di controllo del territorio anche in centro storico.

In tale contesto la Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento della Polizia Ferroviaria per il Veneto, unitamente a personale del Settore Operativo della Stazione di Venezia Santa Lucia, nella giornata di domenica 11 febbraio ha effettuato un’ulteriore operazione di sicurezza pubblica per far fronte ai recenti episodi di borseggio.

Nel corso di tale servizio straordinario di prevenzione e controllo del territorio, dopo una meticolosa attività di osservazione, sono state intercettate nei pressi della stazione di Venezia Santa Lucia 4 cittadine straniere che si aggiravano con fare sospetto all’interno della stazione.

Le donne, pertanto, sono state fermate ed accompagnate in Questura per gli accertamenti di rito a seguito dei quali per una di loro, già gravata da precedenti di polizia, è stata irrogata dal Questore di Venezia la misura del foglio di Via Obbligatorio dalla città di Venezia mentre le altre tre, anch’esse gravate da pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio e già destinatarie del Foglio di Via Obbligatorio emesso dal Questore di Venezia, sono state tutte denunciate in stato di libertà per l’inottemperanza dei provvedimenti in atto.

Sempre durante la scorsa settimana, è continuata con efficacia l’attività posta in essere dalla Divisione Anticrimine della Questura, grazie alla quale sono stati irrogati ulteriori 4 Fogli di Via Obbligatori dal Comune di Venezia per 3 e 4 anni nei confronti di soggetti stranieri con vari precedenti in materia di furto, ricettazione e rapina.

Inoltre, sempre nell’ambito delle misure di prevenzione, nei confronti di quei soggetti considerati, a vario titolo, socialmente pericolosi, il Questore di Venezia ha disposto 5 Ammonimenti per “maltrattamenti in famiglia e violenza domestica” nei confronti di 4 uomini italiani ed un cittadino russo denunciati per comportamenti violenti all’interno del rapporto di coppia e/o familiare.

Venezia: proseguono i servizi alto impatto in terraferma ed in laguna, 280 persone controllate, fermate 4 borseggiatrici.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×