fbpx
CAMBIA LINGUA

Trovata una nuova famiglia per Giada, cane salvato la scorsa estate dai Carabinieri Forestali del Nucleo Cites di Bologna

Era rinchiusa in una vecchia auto

Trovata una nuova famiglia per Giada, cane salvato la scorsa estate dai Carabinieri Forestali del Nucleo Cites di Bologna.

Lieto fine per “Giada”, cane di razza Springer Spaniel, che in questi giorni è stata affidata ad una famiglia che se ne prenderà cura.

Giada era stata sequestrata dal Nucleo Cites del Gruppo Carabinieri Forestale di Bologna il 22 agosto 2023 poiché detenuta stabilmente all’interno di un’auto in disuso parcheggiata sotto il sole (con temperature esterne elevatissime, data la stagione, nelle ore più calde della giornata) all’interno di una gabbia in lamiera appena sufficiente per un trasporto di breve durata, con una ciotola di acqua sporca ed una lettiera intrisa di acqua e urina.

Come constatato dai Veterinari AUSL di Bologna, intervenuti sul posto, il cane si presentava “con parassitosi da pulci, una leggera alopecia, pelo completamente bagnato con cute leggermente arrossata nell’area posteriore e addominale e unghie lunghe negli arti anteriori”.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Il permanere isolato, con scarse possibilità di movimento e ventilazione dell’abitacolo, esposto a temperature anche elevatissime durante le ore centrali della giornata, che aumentavano sensibilmente negli spazi chiusi poco aerati, aveva esposto l’animale a gravi sofferenze, fino al rischio di morte per colpo di calore.

Per questo motivo era stato necessario il sequestro immediato e preventivo dell’animale per affidarlo temporaneamente al canile intercomunale di zona gestito dalla Società Cooperativa onlus “Lo Scoiattolo” che ha poi avuto un ruolo fondamentale nel migliorare lo stato emotivo e psicofisico di Giada anche attraverso un percorso educativo volto al suo affidamento.

Una persona è stata deferita all’Autorità Giudiziaria. La fattispecie di reato ipotizzata è il 727 c.2 c.p. (“detezione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi conseguenze”) punita con l’arresto fino ad un anno.

Trovata una nuova famiglia per Giada, cane salvato la scorsa estate dai Carabinieri Forestali del Nucleo Cites di Bologna

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×