Torre Chianca, rinvenuto ordigno da un bagnante

La polizia intervenuta sul luogo ha provveduto, a verificare la presenza dell’ordigno e a mettere in sicurezza l’area in attesa dell’arrivo degli artificieri

Torre Chianca (Lecce), rinvenuto ordigno da un bagnante.

Nel primo pomeriggio del 27 maggio, un bagnante ha segnalato un residuato bellico avvistato a Torre Chianca, sulla battigia, a circa due metri dalla riva.

Gli agenti della sezione Volanti della Questura di Lecce sono intervenuti immediatamente e, verificata la presenza dell’ordigno, hanno provveduto a mettere in sicurezza l’area in attesa dell’arrivo dell’artificiere della Polizia di Stato in servizio presso l’Ufficio di Polizia di Frontiera presso lo scalo aereo di Brindisi.

Questi, una volta sul posto e valutata la effettiva pericolosità dell’oggetto e, non potendo operare personalmente, rimandava l’intervento alla prima mattinata del giorno successivo, ad opera dei militari dell’11° Reggimento Guastatori di Foggia, già allertati. Nel frattempo, il sito interessato dall’ordigno, è stato vigilato continuativamente da equipaggi della Polizia di stato dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Nella mattina del 28, gli esperti dell’Esercito con il personale di Polizia impegnato alla vigilanza, anche ad opera della Polizia Locale di Lecce, dopo ulteriore capillare controllo per la messa in sicurezza della zona, hanno fatto brillare l’ordigno, alle ore 11,10, descritto come proietto d’artiglieria 75 mm HE di nazionalità italiana.

Ultimate tutte le operazioni è stato svolto un ulteriore controllo della zona appurando che non sono stati arrecati danni di alcun genere.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...