fbpx

Taranto: sporge falsa denuncia, gli agenti la convocano e scoprono anni di violenze subite e arrestano il compagno.

Taranto: sporge falsa denuncia, gli agenti la convocano e scoprono anni di violenze subite e arrestano il compagno.

Il personale della Polizia di Stato ha arrestato un uomo di 40 anni originario di Martina Franca perché ritenuto presunto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia.
La vicenda ha inizio lo scorso mese di gennaio quando una donna di origini rumene denunciò al personale del Commissariato di Martina Franca un illecito prelievo dalla sua carta Postamat.

Le indagini dei poliziotti verificarono che la donna aveva riportato delle false dichiarazioni, prelevando di persona la somma di denaro direttamente allo sportello postale.

Pertanto, la donna fu convocata negli uffici del Commissariato per essere indagata perché presunta responsabile di simulazione di reato.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Tuttavia, la vicenda lasciò seri dubbi nei poliziotti i quali, per approfondire la situazione, ascoltarono la donna che, già dal primo incontro, ebbe un atteggiamento tale da far intendere di aver bisogno di aiuto.
Dalle sue prime dichiarazioni, i poliziotti avrebbero appreso che in realtà la donna aveva effettuato il prelievo di nascosto al compagno con il preciso intento per sfamare i due figli e che successivamente per paura di sue ritorsioni era stata costretta a sporgere denuncia, dichiarando il falso.

Quest’ultime dichiarazioni hanno permesso ai poliziotti di approfondire ancor di più le indagini, facendo emergere anni di violenze fisiche e psichiche subite dalla donna e mai denunciate.

Taranto: da una falsa denuncia si scoprono maltrattamenti in famiglia, arrestato 40enne.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×