fbpx
CAMBIA LINGUA

Strage di Erba, rinviata al 16 aprile l’udienza sulla revisione del processo a Olindo Romano e Rosa Bazzi

Marzouk: «Non è ancora stata fatta giustizia»

Strage di Erba, rinviata al 16 aprile l’udienza sulla revisione del processo a Olindo Romano e Rosa Bazzi.

Il caso della strage di Erba è tornato in aula dopo 17 anni. Si è svolta a Brescia la prima udienza rinviata su richiesta della difesa al 16 aprile – per decidere sulla la revisione del processo per Olindo Romano e Rosa Bazzi, i due coniugi condannati in via definitiva all’ergastolo per aver ucciso Raffaella Castagna, suo figlio Youssef Marzouk, Paola Galli e Valeria Cherubini.

“A me e Rosa in questi anni è mancata la possibilità di stare insieme come facevamo prima, vogliamo solo quello”, scrive Olindo Romano in una lettera. Davanti alla Corte d’Appello la difesa dei coniugi Romano presenterà i nuovi elementi. Per l’avvocatura dello Stato, «non c’è alcuna nuova prova».

Quelli presentati dalla difesa di Olindo Romano e Rosa Bazzi per chiedere la revisione del processo sulla strage di Erba “non sono fatti nuovi dal punto di vista probatorio” secondo l’avvocato dello Stato Domenico Chiaro, così come le intercettazioni che “non assurgono a dignità di prove”.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Al suo arrivo in tribunale Azouz Marzouk, padre del piccolo Youssef e marito di Raffaella Castagna, ha dichiarato: «Non è ancora stata fatta giustizia, Olindo e Rosa sono innocenti. Stiamo ottenendo una parte di una rivincita».

Nelle prossime settimane, i magistrati dovranno decidere l’ammissibilità delle nuove prove presentate dai legali di Olindo Romano e Rosa Bazzi e dovranno valutare la lista di testimoni da sentire portata dagli avvocati che conta ben 33 persone.

Strage di Erba, rinviata al 16 aprile l udienza sulla revisione del processo a Olindo Romano e Rosa Bazzi

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×