Senegalese evaso in manette a Linate, a tradirlo l’altezza

220

Sul passaporto c’era segnata un’altezza che non era la sua. Questo l’elemento che ha portato gli agenti di Polizia a Linate ad arrestare lo scorso 27 aprile un cittadino senegalese ricercato per evasione. Il fatto risale alla mattinata quanso gli agenti della Polizia di Frontiera dell’aeroporto di Milano Linate hanno notato che sul passaporto di un senegalese di 41 anni in partenza vi era una differenza nell’altezza dell’uomo rispetto a quella indicata sul passaporto.
Insospettiti, hanno eseguito ulteriori accertamenti dai quali emergeva che il passeggero per uscire dal territorio nazionale, in quanto destinatario di un provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Bergamo per il reato di evasione, stava usando i documenti del fratello, connazionale regolarmente soggiornante a Bergamo ed incensurato.
Lo straniero è stato arrestato per il provvedimento già in carico e denunciato per il reato di sostituzione di persona.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...