Roma. Si reca al VI Distretto della Polizia di Stato Casilino per revocare lo smarrimento della carta d’identità ma viene arrestata per un ordine di carcerazione in atto.

Si è presentata davanti agli agenti della Polizia di Stato del VI Distretto Casilino, diretto da Michele Peloso, per revocare la denuncia di smarrimento della propria carta d’identità ma, al controllo sulla Banca Dati SDI, a suo carico vi era un rintraccio di notifica per un ordine di Esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Roma.

Fatta accomodare nella sala d’attesa del Distretto, dopo averle fatto firmare il provvedimento, A.E.H. queste le sue iniziali è stata accompagnata nel carcere femminile di Rebibbia dove dovrà scontare 5 mesi e 26 giorni per furto.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...