fbpx

Roma, la Polizia arresta altri 8 pusher: sequestrate anche dosi di “cocaina rosa”

La sostanza polverosa di colore rosa è risultata essere MDMA/Ecstasy

Roma, la Polizia arresta altri 8 pusher: sequestrate anche dosi di “cocaina rosa”.

Un altro duro colpo, da parte della Polizia di Stato, allo spaccio di sostanze stupefacenti nei diversi quartieri della Capitale.

Sono stati gli uomini della Polizia di Stato della Squadra Mobile romana, durante la loro attività dedicata alla repressione dello spaccio degli stupefacenti, ad individuare nel quartiere Torpignatatra, e più precisamente in via dell’Acquedotto Alessandrino, un’auto parcheggiata con a bordo due persone sospette, un uomo ed una donna, mentre confabulavano tra di loro.

Immediato allora il controllo da parte degli agenti, durante il quale l’uomo si è sin da subito mostrato insofferente alle operazioni di verifica, inducendo così i poliziotti a svolgere una perquisizione personale e veicolare. Indosso all’uomo, successivamente identificato per un cittadino colombiano di 20 anni, oltre a diversi involucri di cocaina, gli agenti hanno anche rinvenuto delle dosi della cosiddetta “cocaina rosa”.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

La successiva perquisizione del veicolo, intestato ad una società di noleggio, ha permesso di recuperare, all’interno di un marsupio di proprietà del 20enne, altri involucri di cocaina, un bilancino di precisione e 2 cellulari. Quasi mezzo etto della medesima sostanza è stato poi rinvenuto, a seguito del controllo da parte dei poliziotti, all’interno dell’abitazione dell’uomo, nascosta in una scatola di scarpe insieme ad un bilancino di precisione e materiale per il “confezionamento al dettaglio” –  identico a quello con cui era stata confezionata la droga rinvenuta in precedenza -. L’uomo è stato arrestato e il provvedimento è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria.

Roma, la Polizia arresta altri 8 pusher: sequestrate anche dosi di “cocaina rosa”.

Duplice operazione volta al contrasto degli stupefacenti quella eseguita dagli uomini della Polizia di Stato dell’VIII° Distretto Tor Carbone nell’ambito del territorio di loro competenza. Il primo servizio, svolto in via della Lite, dopo alcune attività di appostamento, ha permesso di appurare che un 46enne, sostando nel parcheggio antistante un mini market, era solito svolgere la sua attività di spaccio.

Così gli agenti, non appena hanno proceduto al controllo del sospettato, gli hanno trovato indosso, nascosti all’interno di un pacchetto di fazzoletti, numerosi involucri di cocaina, ai quali l’uomo, per contraddistinguere le diverse pesature degli stessi, aveva apposto degli elastici di diverso colore. Acclarata l’attività di spaccio, per l’uomo è scattato l’arresto, poi convalidato da parte dell’Autorità Giudiziaria con la misura del divieto di dimora nel comune di Roma.

Nella seconda operazione, invece, i poliziotti del Distretto, nei pressi della Stazione Ferroviaria di “Villa Bonelli”, nell’ambito di una loro attività info-investigativa, hanno individuato un ragazzo che, dapprima è stato osservato conversare nervosamente al telefono, e dolo successivamente prendere contatti con un’altra persona poi dileguatasi. Fermato il giovane, un 22enne cittadino egiziano, è stato trovato in possesso, all’interno del suo giacchetto, di un “blocco” di cocaina dal peso di più di mezzo etto. Nell’ambito della successiva perquisizione domiciliare è stato rinvenuto un bilancino di precisione. Al termine degli atti, il 22enne è stato arrestato e il gip ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Roma, la Polizia arresta altri 8 pusher: sequestrate anche dosi di “cocaina rosa”.

Anche in zona Porta Maggiore, gli uomini della Polizia di Stato del locale commissariato hanno effettuato una doppia operazione volta al contrasto degli stupefacenti che ha permesso di arrestare tre persone. Durante il primo servizio, gli agenti, dopo aver individuato un uomo transitare in via Casilina (direzione Pigneto), lo hanno fermato per un controllo in via de Agostini. Lo stesso, identificato per un 53enne cittadino guineano, all’atto del controllo, ha reagito nervosamente, tentando di deglutire qualcosa che nascondeva in bocca.

A quel punto, i poliziotti, intuendo l’intenzione del fermato, lo hanno bloccato, permettendogli così di espellere un involucro termosaldato contenente eroina. Altra sostanza stupefacente è stata rinvenuta indosso all’uomo mentre tentava di disfarsene gettandola a terra ed è stata sequestrata una somma in denaro per un importo di 300 euro. Accompagnato negli uffici del commissariato, il 53enne è stato quindi arrestato con la convalida da parte dell’Autorità Giudiziaria.

La seconda operazione è avvenuta in via di Acqua Bullicante: una pattuglia ha visto 2 ragazzi scavalcare una recinzione di un casale abbandonato e li ha subito seguiti. I due, vistisi scoperti, hanno cercato di buttare 19 dosi di eroina. Altra eroina è stata trovato sul tavolo del casale. I ragazzi, entrambi cittadini guineani, di 23 e 26 anni, sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che, il giorno seguente, ha convalidato la misura adottata.

Poco meno di un chilo di hashish è quanto è stato trovato nel freezer di un 22enne dagli investigatori del Distretto Casilino. I poliziotti erano giunti alla porta del ragazzo al termine di un’accurata indagine. Anche per lui la Procura ha chiesto ed ottenuto dal gip la convalida dell’arresto eseguitodalla Polizia di Stato.

Sono arrivati a compiere l’arresto seguendo un “cliente” gli agenti del commissariato Porta Pia che, nella zona di Talenti, hanno fermato un 28enne cittadino gambiano. Almeno 25 le dosi di eroina sequestrate. Arresto poi convalidato dalla Magistratura.

Roma, la Polizia arresta altri 8 pusher: sequestrate anche dosi di “cocaina rosa”.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×