fbpx
CAMBIA LINGUA

Roma, il 47esimo anniversario dell’uccisione del poliziotti Prisco Palumbo ad opera dei “Nuclei Armati Proletari”

Quel giorno Palumbo era alla guida dell'auto di servizio del Dr. Alfonso Noce, rimasto ferito nell'agguato

Roma, il 47esimo anniversario dell’uccisione del poliziotti Prisco Palumbo ad opera dei “Nuclei Armati Proletari”.

Ricorreva ieri il 47esimo anniversario dell’uccisione, ad opera di un commando del gruppo eversivo “Nuclei Armati Proletari”, del poliziotto Prisco Palumbo.

Alle ore 12.00, il Questore di Roma, Carmine Belfiore, in suo ricordo ha deposto una corona di alloro a nome del Capo della Polizia Vittorio Pisani, in prossimità del monumento posto all’ingresso della Questura.

L’agente Prisco Palumbo, all’età di 24 anni, fu vittima di un attentato terroristico organizzato dal “nucleo Armato 29 Ottobre”, colonna romana dei “Nuclei Armati Proletari”. Quel giorno Palumbo era alla guida dell’auto di servizio del Dr. Alfonso Noce, rimasto ferito nell’agguato durante il quale rimase ucciso anche il terrorista Martino Zicchitella.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Le indagini sull’attentato portate avanti dalla Digos romana consentirono, anni dopo, di individuare alcuni dei responsabili appartenenti al “Nucleo Armato 29 Ottobre”, tra i quali Raffaele Piccinino, Ernesto Grasso, Sebastiano Cerullo e Giovanni Gentile Schiavone, che vennero arrestati e condannati all’ergastolo.

WhatsApp Image 2023-12-14 at 12.17.38

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×