fbpx
CAMBIA LINGUA

Roma. Esito dell’attività settimanale della Polizia di Stato in ambito ferroviario: 10.640 persone identificate, 7 arrestate e 15 denunciate

In più è continuata l'attività della Polizia Ferroviaria specializzata nell'educazione alla legalità ed alla sicurezza ferroviaria presso le scuole del Lazio

Roma. Esito dell’attività settimanale della Polizia di Stato in ambito ferroviario: 10.640 persone identificate, 7 arrestate e 15 denunciate.

10.640 persone identificate (in ambito regionale) di cui 7.011 a Roma e provincia, 7 arrestate nell’ambito provinciale, 15 denunciate in stato di libertà (in ambito regionale) di cui 11 nell’ambito provinciale, 710 pattuglie impiegate in stazione (in ambito regionale) di cui 452 impiegate in ambito provinciale, 16 contravvenzioni amministrative elevate (in ambito regionale) al regolamento di Polizia Ferroviaria. Questo il bilancio dell’attività della Polizia Ferroviaria del Compartimento per il Lazio nella settimana che va dal 10 febbraio al 16 febbraio 2024.

Particolare rilievo hanno assunto le operazioni ad “ALTO IMPATTO” nelle giornate del 12 febbraio e del 16 febbraio 2024: i controlli volti ad incrementare il livello di sicurezza hanno visto l’impiego congiunto del personale della Questura di Roma e della Polizia Ferroviaria nell’area interna ed esterna alla stazione di Roma Termini.

Sono stati rintracciati soggetti pericolosi e molesti, identificate persone di nazionalità extracomunitaria, individui dediti ad attività di spaccio di sostanze stupefacenti, bonificate le aree di interesse dell’utenza, controllati esercizi pubblici commerciali: l’attività ha condotto all’identificazione di 910 persone, 2 denunciate in stato di libertà, decine di bagagli controllati da parte della Polizia Ferroviaria, per un totale di 33 pattuglie impiegate in stazione.                           

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Nel pomeriggio del 10 febbraio gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale, nel corso dei servizi di repressione dei reati predisposti nell’area della Stazione di Roma Termini, hanno tratto in arresto due persone perché resesi responsabili, in concorso tra loro, di flagrante furto aggravato di una borsa, ai danni di un viaggiatore. Nel particolare, gli operatori Polfer dapprima hanno notato i due soggetti aggirarsi con fare sospetto all’interno della Stazione di Roma Termini e successivamente dirigersi in Via Marsala e fermarsi davanti all’entrata di un hotel, all’interno del quale vi erano numerosi turisti con i bagagli al seguito.

I due uomini sono entrati quindi all’interno dell’albergo e mentre uno cercava di distrarre gli addetti alla reception presenti nella Hall, l’altro si è impossessato della borsa di un turista adagiata su un trolley. Gli agenti, che avevano assistito all’evolversi della scena delittuosa, hanno bloccato i due correi e li hanno tratti in arresto. La borsa sottratta, contenente documenti, telefono cellulare e la somma di 800,00 Euro, è stata recuperata e restituita, integra del contenuto, al legittimo proprietario che ha proceduto alla formalizzazione della denuncia.

Nella serata del 13 febbraio gli agenti della Sottosezione Polizia Ferroviaria di Roma Ostiense hanno tratto in arresto una persona perché inottemperante ad una misura detentiva. In particolare gli operanti, durante i servizi di vigilanza e repressione dei reati in ambito ferroviario, hanno proceduto al controllo di un uomo che girovagava nella stazione ferroviaria. Accompagnato presso gli Uffici della Polfer, in seguito ad ulteriori ed approfonditi controlli, si è appurato che l’uomo risultava destinatario di un provvedimento giudiziario dal quale è emerso che doveva scontare 4 anni, 6 mesi e 21 giorni di una pena detentiva. Pertanto il soggetto è stato tratto in arresto ed associato in una casa circondariale della capitale.

Nella mattinata del 15 febbraio gli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale, nel corso di servizi dedicati predisposti nell’area della Stazione di Roma Termini, hanno tratto in arresto una persona, resasi responsabile di furto aggravato, in pregiudizio di una turista

Gli operatori di Polizia hanno notato un soggetto aggirarsi con fare sospetto all’interno dell’ “Ala Mazzoniana” della Stazione di Roma Termini. L’uomo, dopo pochi minuti si  è avvicinato ad una comitiva di turisti che in quel momento era occupata nel disbrigo delle pratiche relative al noleggio di alcune autovetture; approfittando della distrazione dei viaggiatori ha rubato uno zaino appoggiato su altri bagagli tentando di allontanarsi verso l’uscita posta di fronte a Via Giolitti.

Gli agenti, che avevano assistito alla scena, lo hanno prontamente bloccato e lo hanno tratto in arresto. La borsa sottratta, contenente documenti, telefono cellulare ed effetti personali per un valore di 500,00 Euro, è stata recuperata e restituita immediatamente alla legittima proprietaria che si è presentata negli Uffici della Polizia Ferroviaria per la formalizzazione della denuncia.

Nella mattinata del 16 febbraio gli agenti della Sottosezione di Polizia Ferroviaria di Roma Ostiense, nel corso dei consueti controlli di prevenzione e repressione reati in ambito ferroviario, hanno arrestato tre persone, resesi responsabili di flagrante furto aggravato, in concorso tra loro, ai danni di due viaggiatrici. Nella circostanza gli agenti della Sottosezione di Roma Ostiense, durante un servizio di controllo nello scalo ferroviario di Roma Trastevere, hanno notato tre donne seguire due viaggiatrici, che dal sottopassaggio in corrispondenza del binario 1 della stazione erano entrate all’interno dell’ascensore, che le avrebbe condotte poi nell’atrio biglietteria.

Gli operatori Polfer quindi hanno atteso che l’ascensore arrivasse al piano e nel momento in cui si sono aperte le porte hanno visto una delle tre donne gettare in terra un portafoglio, riconducibile ad una delle viaggiatrici seguite pochi minuti prima. Le donne sono state arrestate ed il maltolto è stato immediatamente recuperato e restituito all’avente diritto che si è presentata successivamente presso gli Uffici della Polizia Ferroviaria per formalizzare la denuncia.

1.782 persone identificate, 1 persona indagata, 300 bagagli ispezionati, 168 operatori impiegati e 52 scali ferroviari interessati. Questo è il bilancio dell’attività del Compartimento di Polizia Ferroviaria per il Lazio nell’ambito dell’Operazione “STAZIONI SICURE“, svolta nella giornata del 14 febbraio, promossa su scala nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria ed incentrata sul rafforzamento delle attività di controllo straordinario del “territorio ferroviario”, in particolare nelle stazioni di Roma Termini e di Roma Tiburtina, al fine di contrastare attività illecite, prevenire possibili azioni terroristiche o eversive, controllare viaggiatori e i relativi bagagli,  e controllare depositi bagagli.

Nella settimana che va dal 10 febbraio al 16 febbraio è continuata l’attività del personale della Polizia Ferroviaria specializzato nell’educazione alla legalità ed alla sicurezza ferroviaria presso le scuole del Lazio. Sono stati 4 gli incontri per il progetto Incroci“, iniziativa di educazione alla legalità sui temi della sicurezza stradale, ferroviaria e sui pericoli connessi all’utilizzo poco consapevole della Rete.

Sono stati 3 gli incontri per il progetto “Train…to be cool“, che si propone di sensibilizzare i giovani a tenere un comportamento consapevole ed informato all’interno delle stazioni ferroviarie e a bordo dei treni al fine di ridurre l’incidentalità, promuovendo una frequentazione dell’infrastruttura ferroviaria corretta e sicura.

Roma. Esito dell'attività settimanale della Polizia di Stato in ambito ferroviario. 10.640 persone identificate, 7 arrestate e 15 denunciate.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×