Roma, contrasto alla droga: 18 arresti, 3 denunce, sequestrati 1,5kg di stupefacenti e 6.400 euro

Roma, ennesima settimana volta al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti da parte degli uomini della Polizia di Stato che ha coinvolto Distretti, commissariati e la sezione volanti della capitale.

Diverse operazioni nel VI Distretto Casilino che hanno portato all’arresto di 4 persone ed alla denuncia di 2. In una di queste, il servizio di osservazione ed appostamento approntato dagli uomini diretti da Michele Peloso, in via San Biagio Platani ha permesso di porre fine all’attività di spaccio in strada che vedeva come nascondiglio il ciglio dei marciapiedi coperto dai cassonetti dell’immondizia. Diverse dosi di eroina, cocaina e Marijuana sequestrate a C.B., tunisino 37enne e C.S., 41enne romano, successivamente arrestati. Mentre, in via Beata Chiara Bosatta, presso un cortile condominiale di un comprensorio lì presente, il personale della Polizia di Stato, dopo aver individuato, sempre mediante servizi di appostamento, un pusher ed il suo palo, con annesso scambio droga/denaro, è intervenuto bloccando i 2 rei. Individuato anche il luogo dove veniva nascosto lo stupefacente: all’interno di un contatore elettrico di un seminterrato, nel quale sono state rinvenute diverse dosi di cocaina e sequestrata la somma di denaro provento dello spaccio.

Nella zona di competenza del IX Distretto Esposizione, dove sono stati approntati controlli specifici di contrasto allo spaccio nei pressi delle stazioni metro di competenza, gli agenti sono intervenuti presso la fermata della metropolitana “Eur Fermi” dove hanno bloccato e successivamente arrestato in flagranza A.M.T., filippino 50enne mentre cedeva delle dosi di shaboo ed era in possesso di una somma in denaro di oltre 900 Euro. La conseguente perquisizione domiciliare ha permesso di recuperare ulteriore sostanza stupefacente pari a 176 dosi, del materiale da taglio e per il confezionamento.

Una vera e propria base di spaccio invece è stata scoperta dal personale del VIII Distretto di pubblica Sicurezza Tor Carbone presso un’abitazione di via del Pigneto abitato da una coppia di ragazzi di 25 anni. Da tempo sotto osservazione, gli agenti, hanno quindi deciso di accedere all’interno dell’appartamento dove, sin da subito hanno avvertito il tipico odore acre e pungente della marijuana. Su di una scrivania posta all’interno della camera da letto vi erano, sparse lungo tutta la superficie, diverse quantità di hashish e marijuana assieme ad un bilancino di precisione ed un frullatore per la tritatura della marijuana, oltre ad ulteriori quantità di stupefacente rinvenute in diversi ambienti dell’abitazione. Per i due, D.A. e F.E., entrambi italiani, infine è scattato l’arresto.

Un’altra base per lo spaccio è stata individuata dal personale del commissariato Romanina in viale Antonio Ciamarra. I poliziotti, che già da tempo tenevano sotto osservazione lo stabile dell’appartamento interessato e seguendone il viavai di persone aggirarsi nei pressi, appena hanno notato 2 ragazzi citofonare all’interno interessato, ne hanno approfittato per accedere nell’abitazione. Diverse dosi già pronte e quantità di hashish rinvenute nascoste nei vari ambienti dell’appartamento, oltre ad un bilancino di precisione e biglietti riportanti la contabilità correlata allo spaccio dello stupefacente. I responsabili, due fratelli di cui uno ancora minorenne, sono stati accompagnati al commissariato per i relativi provvedimenti.

In via di Donna Olimpia un uomo, fermato per un controllo dagli agenti del XII Distretto Monteverde, ha cercato istantaneamente di ingerire 2 involucri ma il gesto è stato vanificato dalla repentina reazione dei poliziotti che hanno così recuperato la sostanza stupefacente oltre alla somma di denaro in possesso dell’uomo. H.E., albanese di 35 anni, già gravato della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G., al termine delle indagini è stato arrestato.

La sinergia operativa tra gli agenti del III Distretto Fidene Serpentara ed i colleghi del commissariato Celio ha permesso di risalire al modus operandi di 2 fratelli per trasportare la sostanza stupefacente in zona La Rustica. Predisponendo un servizio specifico si è potuto accertare che gli stessi erano soliti trasportare la droga utilizzando autovetture con Noleggio con Conducente. In via Delia, l’equipaggio della Polizia di Stato, dopo aver intercettato un furgone N.C.C. con il consueto colore nero ed i vetri oscurati, lo ha bloccato. In possesso del passeggero, M.P. di 19 anni, i poliziotti hanno trovato un borsello marrone al cui interno vi erano 350 grammi di cocaina.

Una ulteriore operazione, a seguito di un’attività info-investigativa intrapresa dal personale del commissariato Celio, ha permesso di porre fine all’attività di spaccio a ‘domicilio’ portato avanti da una 39enne italiana a bordo di una Fiat Panda bianca. F.V, era solita, a bordo dell’autovettura, portarsi in zona ‘centro storico’ per consegnare la sostanza stupefacente ai clienti. Fermata infine dai poliziotti in via Federico Cesi, nell’atto della consegna, è stata trovata con dosi di cocaina, strumenti per il taglio ed il confezionamento ed una somma in denaro di 260 Euro. Un’altra donna pusher, S.A., 32enne, è stata arrestata sempre dagli uomini del commissariato Celio in via San Gennaro a bordo di autovettura con diverse dosi di cocaina e ‘l’incasso’ derivante dall’attività di spaccio.

Percorrendo Viale dei Romanisti, 2 ragazzi a bordo di uno scooter, alla vista di una volante che procedeva nel senso opposto di marcia, hanno accelerato notevolmente la marcia, ma l’equipaggio della sezione volanti della Questura di Roma non si è fatto sfuggire il particolare bloccandoli poco dopo. Alla guida del mezzo T.A.R.. 20enne romano, che sin da subito si mostrava insofferente al controllo e particolarmente agitato, sottoposto al controllo da parte degli agenti è stato trovato con indosso dosi di hashish ed un importo di 780 Euro, la successiva perquisizione domiciliare ha permesso di recuperare altri dosi della stessa sostanza ed un ulteriore somma di 2630 Euro. Sono così scattate le manette, ultimate le indagini, per il ragazzo.

Altri arresti e relativi sequestri di sostanza stupefacente ed importo di denaro sono stati effettuati dal XI Distretto San Paolo ed i commissariati S.Ippolito, Porta Maggiore e Celio.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...