fbpx
CAMBIA LINGUA

Roma: 5 arresti nelle ultime ore per reati di droga e armi da fuoco.

Sequestrata sostanza stupefacente del tipo hashish, cocaina e marijuana.

Roma: 5 arresti nelle ultime ore per reati di droga e armi da fuoco.

Roma. Sempre alta l’attenzione dei poliziotti della Questura di Roma nei confronti dei reati inerenti gli stupefacenti, 5 le persone arrestate nelle ultime ore per spaccio e detenzione di arma clandestina.

I poliziotti del Commissariato Flaminio Nuovo e del XV Distretto Ponte Milvio, durante il normale servizio di pattugliamento, hanno fermato un motoveicolo con a bordo due uomini, un 45enne e un 39enne italiani. Durante il controllo, uno dei due ha gettato un’arma tentando di darsi alla fuga, ma è stato prontamente bloccato dagli agenti. L’arma rinvenuta è una pistola marca “Beretta”, con matricola abrasa, completa di caricatore e munizionamento. I due sono stati arrestati poiché gravemente indiziati di detenzione di arma clandestina e resistenza a pubblico Ufficiale. Successivamente grazie ai controlli effettuati, è emerso che il 39enne era destinatario di un ordine di carcerazione per la pena di oltre 3 anni emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Roma per reati inerenti gli stupefacenti.

Sempre gli agenti del commissariato Flaminio Nuovo, in via Veientana, hanno arrestato un 19enne italiano gravemente indiziato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo hashish e marjuana e resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Venuti a conoscenza di un’attività di spaccio posta in essere all’interno di un Parco Comunale, i poliziotti  hanno notato il 19enne mentre estraeva da sotto terra una busta in plastica per poi occultarla all’interno della tasca. Fermato per un controllo, l’uomo è andato in escandescenza tentando di fuggire e facendo nascere una colluttazione. Una volta bloccato è stato sottoposto a perquisizione personale e all’interno della tasca sono stati rinvenuti 100 grammi di sostanza e 980 euro in contanti.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Gli investigatori del X Distretto Lido di Roma hanno rilevato come, sempre di più, la criminalità, al fine di perpetrare reati inerenti lo spaccio, utilizzi persone che mai hanno avuto a che fare con la giustizia. Ad Ostia, infatti, durante specifici servizi di controllo del territorio, i poliziotti hanno arrestato un cittadino italiano di 25 anni incensurato, trovato in possesso di 400 gr di Hashish. Lo stupefacente è stato rinvenuto sia all’interno dell’abitazione, nascosto in scatole di scarpe, che in una cantina, celato tra grandi contenitori in vetro. Dopo diverse ore di osservazione, i poliziotti, notando un uomo prelevare in più occasioni qualcosa nei pressi dell’autovettura, sono intervenuti e lo hanno sottoposto a controllo. Nel corso della perquisizione domiciliare, a casa dell’arrestato inoltre sono stati rinvenuti bilancini di precisione e strumentazione per il taglio dello stupefacente.

Gli agenti del XIV Distretto Primavalle hanno arrestato un 44enne italiano,  gravemente indiziato del reato di detenzione ai fini di spaccio e resistenza a Pubblico Ufficiale. A seguito di attività d’indagine nel quartiere “Quartaccio”, gli agenti hanno appurato un’attività di spaccio messa in atto dal 44enne, che nel corso della giornata incontrava diversi avventori nei pressi di via Andersen. Gli agenti hanno notato l’uomo prelevare qualcosa da un’auto parcheggiata per poi raggiungere una persona ed effettuare uno scambio. A seguito di una successiva cessione di sostanza stupefacente avvenuta presso un bar, i poliziotti hanno fermato l’uomo e a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di 50 euro in contanti, denaro probabile provento della cessione appena effettuata. Presso l’abitazione del 44enne sono stati rinvenuti 23 grammi di hashish, mentre nell’auto parcheggiata è stata rinvenuta una bustina di cocaina. L’uomo è stato arrestato.

Gli arresti sono stati tutti convalidati.

Ad ogni modo tutti gli indagati sono da ritenere presunti innocenti, in considerazione dell’attuale fase del procedimento, ovvero quella delle indagini preliminari, fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.

polizia

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×