Pescara: minaccia la commessa, porta via i soldi dalla cassa e poi scappa

Nei guai un 40enne

Pescara: minaccia la commessa, porta via i soldi dalla cassa e poi scappa.

Nelle scorse ore, gli uomini della Squadra Mobile e della Squadra Volante  di Pescara hanno arrestato un 40enne che aveva appena compiuto una rapina in uno dei negozi di “Acqua e Sapone”.

L’uomo aveva fatto irruzione, con un coltello in mano, nel punto vendita di “Acqua e Sapone” in via San Donato e, minacciando la commessa, si era portato via i soldi contenuti nella cassa, per fuggire poi a piedi.

Il direttore del punto vendita ha chiamato il 113 e, senza farsi intimorire, ha cercato di inseguire il rapinatore. Diverse pattuglie della Volante e della Squadra Mobile, già in zona, sono giunte sul posto.

Nel giro di pochi minuti, gli uomini della Volante e della Squadra Mobile riuscivano a scoprire l’abitazione in cui si era rifugiato l’autore della rapina e facevano irruzione nell’appartamento.

Gli agenti hanno bloccato il rapinatore e, dopo l’arresto, hanno effettuato una perquisizione, riuscendo a ritrovare tutte le tracce della rapina appena consumata: sono stati ritrovati sia i vestiti che il coltello utilizzato per commettere la rapina e il denaro rubato.

Le modalità della rapina ricalcano perfettamente quelle di un’altra rapina che, come si ricorderà, era stata consumata nella stessa zona pochissimi giorni fa, quella ai danni del punto vendita “Eurospin” di via Aldo Moro.

Anche in quella occasione, il rapinatore aveva minacciato con un coltello una cassiera, aveva preso i soldi dalla cassa ed era poi fuggito a piedi.

Quindi, visti i numerosi elementi in comune, le indagini, condotte nella flagranza del reato appena consumato, si indirizzano anche in quella direzione e l’uomo, arrestato per rapina aggravata e che ha numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e contro la persona, è fortemente indiziato di essere l’autore di entrambe le rapine.

Foto

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...