fbpx

‘Ndrangheta ad Arluno (MI): la Polizia sequestra un immobile e conti correnti

Il decreto di sequestro ha colpito la totalità del patrimonio riferibile al 48enne, per un valore stimato di 240mila euro

‘Ndrangheta ad Arluno (MI): la Polizia sequestra un immobile e conti correnti.

La Polizia di Stato ha eseguito un provvedimento di sequestro preventivo emesso, su richiesta del Questore, dal Tribunale di Milano, a carico di un cittadino italiano di 48 anni, ritenuto elemento di spicco della locale di ‘ndrangheta di Rho.

Il provvedimento è stato eseguito dalla sezione Misure di Prevenzione Patrimoniali della Divisione Anticrimine della Questura di Milano. Il destinatario del sequestro è una delle 55 persone facente parte dell’indagine “Locale di Rho”, indagate per i reati di associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, estorsione, traffico di armi, in cui lo stesso risultava essere il coordinatore dell’attività illecita.

In particolare, all’esito di accertamenti patrimoniali, gli agenti sono risaliti ad un’immobile acquistato all’asta dalla figlia del 48enne, finanziato unicamente dai proventi originati dalle attività illecite svolte dall’uomo, poiché la stessa risulta priva di ogni forma di reddito e non aver svolto nessuna attività lavorativa.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Il decreto di sequestro, emesso nei giorni scorsi dal Tribunale di Milano – Sezione Autonoma Misure di Prevenzione, ha colpito la totalità del patrimonio riferibile al 48enne, per un valore stimato di 240mila euro.

Ndrangheta ad Arluno MI la Polizia sequestra un immobile e conti correnti

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×