Napoli, sorpresi con materiale contraffatto: si oppongono alla Polizia

Avevano anche il contatore allacciato abusivamente alla rete pubblica

Napoli, sorpresi con materiale contraffatto: si oppongono alla Polizia.

Un locale pieno di capi di abbigliamento contraffatti. Due persone, di cui una intenta a cucire a macchina che, alla vista dei poliziotti, hanno tentato di chiudere la porta di ingresso lanciando scarpe, gomitoli di cotone ed altri oggetti.

Ieri mattina gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato di Napoli, mentre si trovavano in uno stabile di vico Lungo a Carbonara, hanno notato un locale al cui interno vi erano 3 macchine da cucire, 1950 etichette, 300 bottoni, 24 giubbotti, 43 paia tra scarpe, pantofole e sandali di varie marche oltre ad attrezzi utili alla contraffazione e materiale sartoriale.

Gli agenti, con il supporto dei tecnici dell’Enel, hanno anche accertato che il contatore era allacciato abusivamente alla rete pubblica.

Due uomini di 41 e 42 anni, di origini senegalesi, sono stati arrestati per resistenza a Pubblico Ufficiale e furto aggravato di energia elettrica e denunciati per ricettazione e commercio di prodotti con segni falsi e contraffazione.

Foto (6) CON LOGO

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...