fbpx
CAMBIA LINGUA

Milano: tra le stazioni ferroviarie di Rogoredo e San Donato Milanese arrestati spacciatore e vedetta 

Sequestrate diverse dosi di droga pronta per la vendita al dettaglio.

Milano: tra le stazioni ferroviarie di Rogoredo e San Donato Milanese arrestati spacciatore e vedetta.

Milano. La Polizia di Stato, nel corso del servizio straordinario di contrasto allo spaccio di droga tra le stazioni ferroviarie di Rogoredo e di San Donato Milanese, ha arrestato due cittadini marocchini per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente in concorso e ha sequestrato diverse dosi di droga pronta per la vendita al dettaglio.

L’attività svolta lunedì pomeriggio dagli agenti della Squadra Mobile, del Commissariato Mecenate, della Polizia Ferroviaria, del Reparto Prevenzione Crimine, della Polizia Scientifica, del Reparto Mobile con l’ausilio di FS Security e del Reparto Cinofili della Polizia Locale di Milano, è il seguito del servizio predisposto dal Questore Petronzi lo scorso 16 novembre quando furono controllate 365 persone, arrestate 5 e sequestrato mezzo chilo di droga.

Dopo una prima fase di documentazione attraverso foto trappole, posizionate in diverse postazioni, i poliziotti, che hanno disboscato l’ultima area utilizzata dai pusher per spacciare nascosti nella vegetazione, hanno individuato la dinamica di spaccio e individuato i due spacciatori, entrambi marocchini di 31 e 37 anni, e alcuni tossicodipendenti in coda per acquistare le sostanze stupefacenti.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

spaccio

In particolare, il 31enne era posizionato in una postazione sopraelevata nei pressi dei binari ferroviari con la funzione di “vedetta” rispetto al 37enne che era dedito alla vendita al dettaglio della droga posizionato invece in una zona sottostante nei pressi della staccionata ferroviaria che fungeva da appoggio per pesare la droga e da divisorio tra spacciatori e acquirenti.

I poliziotti, in abiti civili, sono riusciti ad avvicinarsi alla postazione di spaccio senza farsi scorgere dal 31enne, l’hanno bloccato e hanno sequestrato sotto la massicciata, accuratamente nascoste, diverse dosi di droga per un totale di 32 grammi di eroina, 22 grammi di cocaina e 1.290 euro in contanti suddivisi in banconote di piccolo taglio. Nel frattempo, la vedetta che si era spostata momentaneamente per andare nell’area boschiva, è stata bloccata dagli agenti in un buco della staccionata ferroviaria mentre era intento a tornare alla sua postazione.

I poliziotti, con l’ausilio dell’unità cinofila della Polizia Locale di Milano, sotto un palo da cui passano i fili elettrici, hanno rinvenuto e sequestrato a carico dei due cittadini marocchini ulteriori dosi di eroina per un totale di 46 grammi, 15 grammi di cocaina, 2 bilancini di precisione e dei sacchetti in cellophane trasparente. Inoltre, altri poliziotti che avevano effettuato l’accesso nell’area boschiva da via Orwell, confondendosi con alcuni tossicodipendenti che si stavano recando presso la staccionata, hanno bloccato un cittadino straniero del Bangladesh che aveva appena acquistato delle dosi di eroina e di cocaina per 15 euro.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×