Milano, sospesa la licenza al “Bar Caffetteria Saltanet”, al “Lucky Bar” e alla “Discoteca Club 747”.

1.795

La Polizia di Stato, nell’ambito dell’attività di prevenzione e controllo del territorio e di monitoraggio dei locali pubblici mediante i sistematici servizi finalizzati al contrasto dei fenomeni di criminalità, ha sospeso la licenza per 7 giorni ciascuno al “Bar Caffetteria Saltanet”, al chiosco itinerante “Lucky Bar” e alla “Discoteca Club 747” a Milano.

Il Questore di Milano, Marcello Cardona, ha disposto il decreto di sospensione della licenza, ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S. dei seguenti esercizi commerciali:
– “Bar Caffetteria Saltanet”, sito a Milano in via Breno n. 1 con ingresso da via Don Bosco, per 7 giorni emesso in data 03.10.2018 e notificato in data 04/10/2018 da Commissariato di PS Mecenate.
– “Lucky Bar” “ sito a Milano in via Pietro e Maria Curie per 10 giorni emesso in data 03.10.2018 e notificato in data 04/10/2018 da Commissariato di PS Centro.
– “Disco Club 747”, sito a Milano in piazza Carlo Erba angolo via Plinio n.63, per 7 giorni emesso in data 03.10.2018 e notificato in data 04/10/2018 da Commissariato di PS Città Studi.
L’art. 100 del T.U.L.P.S. prevede che il Questore possa sospendere la licenza di un esercizio, anche di vicinato, nel quale siano avvenuti tumulti o gravi disordini o che sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituisca un pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini.
Gli episodi accaduti nei locali, accertati dal personale della Polizia di Stato, per la loro gravità, hanno reso necessari i Provvedimenti, predisposti dal personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Milano ed il Questore ha disposto le sospensioni delle licenze al fine di evitare la reiterazione dei comportamenti illeciti e violenti da parte dei frequentatori con precedenti penali e di Polizia, anche per reati in materia di stupefacenti, i quali possono arrecare danno per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini.

Dagli esiti dei controlli effettuati presso il “Bar Caffetteria Saltanet” di Milano dagli agenti del Commissariato di PS Mecenate è emerso quanto segue:
• in data 01.3.2018, alle ore 3.40, venivano identificati otto avventori, di cui sette gravati da precedenti penali e di polizia anche per reati inerenti al traffico degli stupefacenti; due persone, in particolare, risultavano sottoposte l’una all’obbligo della presentazione alla P.G. e l’altra all’affidamento in prova ai servizi sociali;
• in data 19.04.2018, alle ore 21.15, veniva eseguito un intervento per la segnalazione di una lite. Sebbene i litiganti non fossero più presenti all’arrivo della volante, tuttavia, dalla prima attività di indagine risultava che un testimone aveva assistito al violento litigio nel corso del quale almeno uno dei protagonisti riportava una ferita alla testa.
Nella circostanza emergeva, inoltre, che due dipendenti del locale provvedevano a cancellare le tracce ematiche sul suolo, ancora visibili all’atto del sopralluogo degli operanti. Gli agenti identificavano anche i cinque avventori presenti nel locale, di cui uno risultava gravato da precedenti penali e di polizia. Infine, il personale dell’esercizio negava che vi fosse stata una lite e si mostrava alterato per lapresenza degli agenti;
• in data 04.05.2018, alle ore 23.00, venivano identificati sei avventori, tre dei quali con vari precedenti di polizia, tra cui uno per violazioni inerenti agli stupefacenti;
• in data 20.5.2018, alle ore 3.30, venivano identificati cinque avventori, tre dei quali con precedenti penali e di polizia per diversi reati, anche inerenti agli stupefacenti, contro la persona e il patrimonio, nonché per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale; una persona, in particolare, risultava sottoposta alla misura cautelare dell’Obbligo di Presentazione alla P.G.;
• in data 24.05.2018, alle ore 22.41, venivano identificati dieci avventori, quattro dei quali gravati da precedenti di polizia, anche per reati contro la persona e il patrimonio, nonché per violazione della normativa sull’immigrazione;
• in data 07.06.2018, alle ore 22.28, venivano identificati tre avventori, uno dei quali gravato da precedenti di polizia per reati inerenti alla detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, contro il patrimonio e la libertà morale, nonché per resistenza a un Pubblico Ufficiale;
• in data 21.06.2018, alle ore 00.50, veniva effettuato un intervento richiesto da personale del bar a causa di una lite fra tre donne, due delle quali con precedenti di polizia per diversi reati contro la persona, il patrimonio e la libertà morale;

Dagli esiti dei controlli effettuati presso il “ Lucky Bar “ di Milano dal personale della Polizia di Stato è emerso quanto segue:

• in data 28.06.2018, alle ore 5.29, agenti del Commissariato “Porta Genova”
intervenivano per una rissa tra due gruppi di giovani avvenuta in strada, in prossimità del chiosco a seguito della quale un giovane ha riportato gravi lesioni al volto con una prognosi di 22 giorni;
• in data 03.07.2018, alle ore 21.30, gli agenti identificavano quattro avventori del chiosco, tre dei quali con precedenti per reati inerenti alle armi, contro la persona e per guida sotto l’effetto di alcool;
• in data 09.08.2018, alle ore 05.06, agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale
identificavano cinque avventori, tra cui due gravati da precedenti penali;

Dagli esiti dei controlli effettuati presso la “Discoteca Club 747” di Milano dagli agenti del Commissariato di PS Città Studi è emerso quanto segue:
• in data 28.01.2018, alle ore 05.30, gli agenti intervenivano presso il locale dove personale del 118 soccorreva una donna aggredita all’interno della discoteca; la vittima riferiva agli operanti di essere stata colpita ripetutamente al volto da un avventore che, dopo la lite scaturita, si dileguava; la parte lesa, a causa delle ferite riportate, veniva trasportata presso un vicino nosocomio;
• in data 30.06.2018, alle ore 6.30, personale di polizia appartenente all’Ufficio Prevenzione Generale veniva inviato presso un presidio ospedaliero della città per la presenza di un paziente che dichiarava di essere stato percosso, all’uscita dalla discoteca, da un gruppo di sconosciuti; l’uomo, durante l’aggressione, riportava una frattura nasale e un trauma cranico, pertanto veniva ricoverato con una prognosi iniziale di gg. 30;
• in data 29.07.2018, alle ore 3.50, gli agenti intervenivano presso il locale per la presenza di una minorenne in evidente stato di ebbrezza alcolica; la predetta, per lo stato in cui versava, veniva trasportata presso un vicino nosocomio;
• in data 05.08.2018, alle ore 4.35, diversi equipaggi di polizia intervenivano in seguito alle numerose chiamate giunte alla centrale operativa per segnalare una rissa in atto, poco fuori della discoteca, tra più di un centinaio di avventori che, all’arrivo degli agenti, si dileguavano lasciando sul posto i segni della violenta lite; infatti, risultavano evidentemente danneggiate alcune automobili e numerosi cassonetti dell’immondizia.
Da successivi accertamenti, il personale delle volanti appurava che un avventore ubriaco e molesto, infastidito poiché era stato accompagnato fuori dal locale, vi ritornava con un gruppo di circa sette persone, armate di una pala da lavoro e due grossi tronchi in legno e aggrediva fisicamente il responsabile della discoteca e gli addetti alla sicurezza.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...