Milano, calati i reati più odiosi

A Milano e città metropolitana i reati sono calati del 4,76% tra gennaio e ottobre 2019 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Un dato più che altro relativo ai reati più odiosi, come i furti in abitazione, quello che ha diramato il prefetto Renato Saccone insieme ai comandanti di Polizia e Guardia di Finanza e al Questore Sergio Bracco. Meno 21,43 nel 2019 i furti in abitazione secondo. In calo le denunce di scippi e borseggi «nonostante l’aumento di presenze e di eventi», in città e nei comuni milanesi. Aumentate invece le truffe e le frodi informatiche: + 7,72% come in aumento sono i reati legati alla droga con più 8,30 per cento e più 30 per cento in cinque anni. «Il mercato dello spaccio è in espansione  – ha detto Saccone – ma allo stesso tempo sono aumentati interventi e arresti come, ad esempio, nel boschetto di Rogoredo, principale piazza di spaccio milanese e oggetto di interventi radicali. E il fenomeno può essere contrastato solo con la sinergia tra la Procura, le forze dell’ordine, le polizie locali e il terzo settore».


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...