fbpx
CAMBIA LINGUA

Livorno: servizio di controllo agli esercizi commerciali, un arresto e una denuncia per violazione della normativa sull’igiene dei locali pubblici

I controlli proseguiranno su tutto il territorio cittadino.

Livorno: servizio di controllo agli esercizi commerciali, un arresto e una denuncia per violazione della normativa sull’igiene dei locali pubblici.

I militari della Compagnia Carabinieri di Livorno, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di prevenzione disposti dal Comando Provinciale, in linea con le direttive strategiche della Prefettura, hanno effettuato un servizio di controllo del territorio volto al contrasto della criminalità diffusa ed al controllo degli esercizi pubblici, unitamente a carabinieri del locale Nucleo Antisofisticazione e Sanità, al fine di verificare il rispetto della normativa vigente e prevenire potenziali rischi per la salute.

Nel corso delle attività, i militari hanno notato un 30enne tunisino, già noto alle forze dell’ordine poiché gravato da numerosi precedenti, soffermarsi nei pressi di un bar e intrattenersi solo per pochi secondi con diversi giovani che gli si avvicinavano.
Fermato mentre tentava di allontanarsi alla guida della sua autovettura, veniva trovato in possesso di una busta nera di plastica, occultata sotto un sedile del veicolo, all’interno della quale è stato rinvenuto un involucro sigillato contenente 5 panetti di sostanza stupefacente del tipo hashish per un peso complessivo di oltre 500 grammi nonché due involucri contenenti 35 dosi di cocaina del peso di ulteriori 20 grammi circa, 400 euro in banconote di vario taglio verosimilmente provento dell’attività di spaccio nonché materiale per il confezionamento delle dosi.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro, mentre il 30enne tunisino è stato arrestato per detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti e, al termine delle formalità di rito, ristretto presso la casa circondariale “Le Sughere” a disposizione dell’Autorità Giudiziaria labronica.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Nel prosieguo del servizio i carabinieri del N.A.S. unitamente ad una pattuglia della Compagnia di Livorno, hanno proceduto al controllo di un locale di acconciatura dove hanno riscontrato l’impiego di tre lavoratori “in nero” nonché la totale assenza delle autorizzazioni previste dalla Legge Regionale nr 29/2013 per questo tipo di esercizi pubblici. I militari hanno dunque sanzionato il titolare 44enne per 7.500 euro oltre a denunciarlo ai sensi dell’art. 22 del Testo Unico sull’Immigrazione in quanto impiegava irregolarmente tre cittadini extracomunitari; inoltre il locale è stato segnalato all’autorità territorialmente competente per la chiusura.
I controlli proseguiranno su tutto il territorio cittadino.

Livorno: servizio di controllo agli esercizi commerciali, un arresto e una denuncia per violazione della normativa sull'igiene dei locali pubblici.

 

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×