Livorno, faceva acquisti “contactless” con il bancomat smarrito di un’altra persona

Denunciata una 48enne incastrata dalle telecamere

Livorno, faceva acquisti “contactless” con il bancomat smarrito di un’altra persona.

I militari della Stazione Carabinieri di Rosignano Solvay, nei pressi di Livorno, hanno denunciato una 48enne.

La donna avrebbe effettuato una dozzina di acquisti col sistema “contactless” per spese inferiori a 25 euro (che non prevedono quindi l’utilizzo del pin) presso vari esercizi pubblici e commerciali, per un importo totale di circa 165 euro, utilizzando una carta bancomat smarrita da una 59enne del luogo. 

Dopo la formalizzazione della denuncia di smarrimento, alla vittima sono cominciate ad arrivare una serie di notifiche sul telefono riguardanti gli acquisti che man mano venivano addebitati sul suo conto corrente attraverso l’utilizzo del bancomat. 

I militari hanno identificato la donna grazie alle telecamere di videosorveglianza installate presso un esercizio commerciale mentre la riprendevano nel prelevare fraudolentemente più volte diversi pacchetti di sigarette dal distributore automatico. 

Inoltre sono risultati diversi acquisti anche presso supermercati e farmacie del posto. La donna, già nota per reati contro il patrimonio, dovrà rispondere per il reato di indebito utilizzo di carte di pagamento.

FOTO2

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...