Isola d’Elba, avaria in mare aperto: salvati tre ragazzi

L'intervento dei Carabinieri è stato provvidenziale

Isola d’Elba (Livorno), avaria in mare aperto: salvati tre ragazzi.

Solo l’intervento tempestivo dei Carabinieri di mare di stanza a Portoferraio, condotto in tempi limite, ha impedito che si verificasse una tragedia.

Sei persone di cui tre minori ed una donna, tutti italiani residenti nel milanese ed in vacanza nell’arcipelago toscano, sono stati salvati dalla motovedetta dei Carabinieri, la CC809, alle dipendenze del Comando Compagnia Carabinieri di Portoferraio (LI). L’imbarcazione a motore sulla quale si trovavano era in avaria in pieno mare ed ormai ingovernabile e stava per affondare a causa di un problema tecnico. 

L’intervento dei Carabinieri

L’attivazione dei militari di mare è scattata la mattina di pochi giorni fa, alla Centrale Operativa del NUE 112 che ha immediatamente allertato la motovedetta dei Carabinieri in servizio perlustrativo lungo le coste dell’Isola d’Elba.

I Carabinieri di mare si sono immediatamente recati in prossimità dello specchio acqueo antistante la spiaggia di Capo Bianco. Con l’ausilio anche di tre imbarcazioni della Capitaneria di Porto di Portoferraio, hanno raggiunto il natante in avaria che stava imbarcando acqua trasferendo subito sulla loro motovedetta i tre minori e portandoli in salvo. Nel frattempo i militari della Guardia Costiera riuscivano a riportare l’imbarcazione in rada scongiurandone l’affondamento.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...