fbpx
CAMBIA LINGUA

I Carabinieri forestale del nucleo di Castel Volturno sorprendono bracconiere nella riserva naturale regionale “soglitelle”.

Denunciato per il reato di esercizio di caccia in riserva naturale regionale.

I Carabinieri forestale del nucleo di Castel Volturno sorprendono bracconiere nella riserva naturale regionale “soglitelle”.

Villa Literno, i militari appartenenti al Nucleo Carabinieri Forestale di Castel Volturno (CE), durante l’espletamento di un servizio di controllo finalizzato alla prevenzione/repressione dei reati in ambito venatorio, hanno sorpreso una persona in attività di caccia mentre usciva dall’area protetta denominata “Zona Umida Soglitelle”, in comune di Villa Literno (CE), ricadente nel perimetro delle riserve naturali regionali “Foce Volturno – Costa Licola – Lago di Falciano”, armato di fucile da caccia semiautomatico marca Benelli, munizionamento calibro 12 e con n. 2 esemplari di avifauna acquatica abbattuti, specie “alzavola”, appartenenti alla famiglia degli anatidi.

Immediatamente si è proceduto a sequestrare per fini probatori quanto in possesso del soggetto utilizzato per l’attività venatoria illegale e gli esemplari di fauna illecitamente abbattuti e a denunciare lo stesso alla competente all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, per il reato di esercizio di caccia in riserva naturale regionale.

Negli anni passati, attesa la peculiare valenza naturalistica di tale area protetta “Soglitelle”, essa è stata inserita nel progetto “Volo Libero” con la finalità di realizzare in tale area umida un presidio naturalistico permanente per la salvaguardia dell’avifauna migratrice.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Villa Literno: i Carabinieri forestale del nucleo di Castel Volturno sorprendono bracconiere nella riserva naturale regionale "soglitelle"

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×