Gallipoli, primi controlli interforze contro l’illegalità

Attuati i primi controlli di polizia finalizzati a contrastare la criminalità e l’illegalità diffusa

Gallipoli, primi controlli interforze contro l’illegalità.

Ieri pomeriggio su tutto il territorio di Gallipoli sono stati attuati i primi controlli di polizia finalizzati a contrastare la criminalità e l’illegalità diffusa.

Il dispositivo predisposto dal Questore della provincia di Lecce, anche a seguito delle riunioni di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, tenutesi in Prefettura nelle scorse settimane, ha coinvolto oltre agli agenti del Commissariato di P.S., anche la Polizia Stradale, ed i Carabinieri, la Guardia di Finanza, la Guardia Costiera e la Polizia Locale, tutti in servizio a Gallipoli.

All’esito dell’attività di controllo straordinario effettuato da Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale, nr. 3 pubblici esercizi sono stati sottoposti a verifica documentale in materia di regolare possesso di autorizzazioni, contrasto al lavoro nero e controlli strumentali. Dai primi accertamenti è emerso che nr. 2 attività avevano occupato spazi pubblici senza la prevista autorizzazione da parte del Comune di Gallipoli, pertanto, i titolari dei locali sono stati sanzionati con obbligo di ripristino dello stato dei luoghi. Sono in corso ulteriori e dovuti riscontri da parte degli organi accertatori.

Inoltre è stato effettuato un sequestro di un veicolo, intestato ad un giovane, noto alle forze di polizia, privo di assicurazione.

Sul Piazzale della Madonna del Canneto sono stati sorpresi nr. 2 parcheggiatori abusivi a cui sono state elevate due sanzioni per oltre 700,00, il sequestro della somma trovata addosso in un marsupio, provento dell’attività illecita, e sono stati notificati due ordini di allontanamento per 48 ore che, in caso di violazione da parte dei trasgressori, comporteranno l’applicazione, da parte del Questore di Lecce, del provvedimento di Daspo urbano con cui si vieta, per un periodo non superiore a 12 mesi, l’accesso a determinate aree, ritenute sensibili allo svolgimento dell’attività di parcheggiatore abusivo.

Con riferimento al pattugliamento su strada operato dalla Polizia Stradale, in ottemperanza ai Piani Compartimentali, che ha visto l’impego sin dalla mattinata anche di una unità mobile per la verifica dell’alcol test e del drug test, emerge, un sequestro di un veicolo, del valore di mercato di 40 mila euro, proveniente dagli Emirati Arabi, con targa prova scaduta di validità, senza immatricolazione in Italia e privo di assicurazione.

Complessivamente sono state controllate nr. 42 veicoli e 45 persone, sottoponendo a sequestro amministrativo nr. 2 veicoli sprovvisti di copertura assicurativa, di cui uno anche non immatricolato, come già riportato.
Sono state ritirate nr. 6 carte di circolazione e contestate ulteriori infrazioni per violazione al codice della strada, come mancato uso di cinture di sicurezza, mancata revisione e mancata patente al seguito.

La Guardia Costiera ha operato un’attività di controllo nell’area del mercato ittico, all’interno della quale sarebbe stata accertata una occupazione abusiva del suolo demaniale, con il posizionamento di tavolini, sedie e sgabelli, per oltre 200 metri quadri.

Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro ed affidato a giudiziale custodia ai presunti trasgressori.

Infine, sempre i militari della Guardia Costiera hanno elevato un verbale di oltre 2.000,00 euro a carico di 2 turisti tedeschi che, con la propria imbarcazione, si erano ormeggiati senza alcun tipo di autorizzazione, in un’area, in violazione delle disposizioni di security portuale.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...