fbpx

Furti e truffe: la Polizia arresta una 56enne a Milano

Tra le vittime anche un anziano avvocato, dal cui conto l'indagata ha effettuato bonifici per oltre 15mila euro

Furti e truffe: la Polizia arresta una 56enne a Milano.

Nei giorni scorsi, nell’ambito di un’attività di indagine coordinata dal IV Dipartimento della Procura della Repubblica di Milano, svolta congiuntamente da personale della Polizia di Stato e della Polizia Locale di Milano, in servizio presso il Pool Antitruffe della Sezione di Polizia Giudiziaria, è stata eseguita l’ordinanza con la quale è stata applicata la misura cautelare personale degli arresti domiciliari, emessa dal gip di Milano, nei confronti di una donna di 56 anni, già gravata da precedenti specifici, cui sono ascritti, in continuazione, i reati di furto, truffa e indebito utilizzo di strumenti di pagamento.

La 56enne, inserendo il proprio curriculum vitae sul sito dell’Ordine degli Avvocati, si proponeva come esperta in campo civilistico, attirando di volta in volta l’interesse di vari studi legali in cerca di collaboratrici.

Ottenuto l’incarico, approfittando della fiducia riconosciutale, rubava beni personali e valori lasciati in studio e, in numerose occasioni, utilizzava fraudolentemente carte di pagamento.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Tra le vittime anche un anziano avvocato, dal cui conto l’indagata ha effettuato bonifici per oltre 15mila euro, a proprio favore e a favore del suo compagno. Da approfondimenti investigativi è risultato, anche, l’illecito utilizzo, per ulteriori 8.900 euro, della carta di credito della vittima.

Dall’attività svolta dal Pool Antitruffe è emersa l’ascrivibilità all’indagata di fatti analoghi, nel modus operandi, commessi ai danni di almeno altri sette studi legali di Milano e provincia.

polizia

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×