fbpx
CAMBIA LINGUA

Fuoco a due caserme nel Siracusano: individuato il presunto responsabile

I militari avevano avviato subito le indagini per risalire all’autore del gesto

Fuoco a due caserme nel Siracusano: individuato il presunto responsabile.

I Carabinieri della Stazione di Testa dell’Acqua, coadiuvati da personale dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Noto e del Nucleo Investigativo di Siracusa, hanno denunciato un 35enne del luogo gravemente indiziato di essere l’autore degli “atti incendiari alle caserme di Noto e di Testa dell’Acqua” avvenuti, rispettivamente, nel 2021 e nel 2023.

Il primo episodio risale alla sera del 26 dicembre 2021, quando venne lanciata una bottiglia incendiaria davanti l’ingresso della caserma dei Carabinieri di Noto.

I militari avviarono subito le indagini, coordinate dalla Procura aretusea, per risalire all’autore del gesto che sono proseguite fin quando, nell’ottobre 2023, lo stesso episodio è stato replicato alla caserma dei Carabinieri di Testa dell’Acqua.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Gli elementi di indagine raccolti, anche attraverso l’analisi dei sistemi di videosorveglianza comunali e privati presenti in diverse zone delle due aree interessate, e gli ulteriori riscontri investigativi acquisiti nel corso dell’indagine, hanno portato all’identificazione del 35enne, che è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Siracusa alla quale dovrà rispondere di danneggiamento seguito da incendio e violenza o minaccia a Pubblico Ufficiale.

atto incendiario

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×