Foggia, la Polizia cattura un latitante cerignolano, era in fuga dal 2019

Foggia, la Polizia di Stato alle prime ore dell’alba ha rintracciato a Cerignola (FG) un latitante  che a a gennaio del 2019 si era volontariamente sottratto all’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Milano.

E’ ritenuto responsabile della rapina commessa, in concorso con altri soggetti, tutti già tratti in arresto, ai danni di due portavalori della srl Ferrari che trasportavano preziosi del brand Bulgari, facenti parte della collezione Heritage, del valore complessivo di oltre 4 milioni di euro.

La rapina fu consumata lungo la rampa di accesso della strada provinciale Monza-Rho il 15 ottobre 2016.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

I poliziotti del Servizio Centrale Operativo di Roma e delle Squadre Mobili di Foggia e Bari, in collaborazione con il Compartimento Polizia Stradale della Puglia e con il Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Settentrionale”, lo hanno stanato nello stesso complesso di case popolari ove risiede la sua famiglia, nell’ appartamento di un parente, anch’egli con numerosi precedenti di polizia, tratto in arresto per il reato di favoreggiamento personale.

Il ricercato, per come accertato dagli investigatori, si era rifugiato nel predetto appartamento da pochissimi giorni, in quanto intenzionato a trascorrere le vacanze pasquali insieme alla propria famiglia.

Nell’operazione sono stati coinvolti oltre 60 agenti della Polizia di Stato che, dopo aver cinturato il comprensorio condominiale del quartiere Torricelli ove il fuggitivo si nascondeva, hanno presidiato 3 interi condomini, dalle cantine ai terrazzi, al fine di precludere al ricercato qualsiasi via di fuga.

All’interno dell’appartamento è stata rinvenuta e sequestrata una carta d’identità non riconducibile a nessuno dei due arrestati, probabilmente utilizzata dal latitante per ostacolare le ricerche delle Forze dell’Ordine.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...