Firenze, perquisizione e sequestro nei confronti di una donna che potrebbe essere l’autista dell’autobomba di un attacco terroristico

L'attentato risale al 27 luglio 1993, durante il quale è esplosa un auto imbottita di esplosivo

Firenze, perquisizione e sequestro nei confronti di una donna che potrebbe essere l’autista dell’autobomba di un attacco terroristico.

Nell’ambito delle indagini sulle stragi terroristico eversive del biennio 1993-1994, condotte dalla Procura della Repubblica di Firenze, il ROS dei Carabinieri di Firenze ha eseguito in Lombardia un decreto di perquisizione, ispezione e sequestro nei confronti di una donna che si ipotizza essere coinvolta nell’esecuzione materiale, con funzioni di autista dell’auto imbottita di esplosivo, dell’attentato del 27 luglio 1993, compiuto in via Palestro a Milano in pregiudizio del Padiglione di Arte Contemporanea, in concorso con appartenenti a cosa nostra già condannati con sentenza passata in giudicato. Si segnala che l’atto è compiuto nel corso di indagini preliminari e che l’eventuale responsabilità dell’indagata necessità di un vaglio giurisdizionale.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...