fbpx

Ecco come Artem Uss è evaso dai domiciliari a Milano prima dell’estradizione in Usa: la ricostruzione

Arrestati due complici del figlio dell'oligarca russo

Ecco come Artem Uss è evaso dai domiciliari a Milano prima dell’estradizione in Usa: la ricostruzione.

Un’indagine che ha consentito di identificare i 5 membri del gruppo che ha favorito materialmente l’evasione di Artem Uss, l’imprenditore russo sparito il 22 marzo scorso da Basiglio (Milano), quando era ai domiciliari e dopo che i giudici milanesi avevano dato il via libera all’estradizione negli Usa.

Ricostruito, dunque, il passaggio attraverso la frontiera slovena e anche il percorso effettuato dagli indagati attraverso l’utilizzo di 4 auto. Inoltre, è stata confermata anche una serie di sopralluoghi, effettuati nei mesi precedenti all’evasione, finalizzati alla messa a punto del piano di fuga e del percorso da seguire. Individuata la rete di fiancheggiatori (di diverse nazionalità), sui quali gli inquirenti continuano ad indagare.

A dare esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip i Carabinieri del Comando Provinciale di Milano, in collaborazione con Eurojust e le Autorità statunitensi. I 6 soggetti (1 italiano di origine bosniaca e 5 stranieri localizzati all’estero), sono gravemente indiziati dei reati di evasione e procurata evasione in concorso, con l’aggravante del reato transnazionale.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Il provvedimento scaturisce dalle risultanze di un’articolata d’indagine avviata dal Nucleo Investigativo di Milano il 22 marzo scorso, dopo l’evasione di Artem Uss. L’uomo era stato arrestato il precedente 17 ottobre presso l’aeroporto di Milano-Malpensa, in esecuzione del mandato di arresto emesso dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti d’America, per i reati di associazione criminale per frode ai danni dello stato, associazione criminale per violazione dell’International Economic Power Act, associazione criminale per la commissione di frode bancaria, associazione in riciclaggio di denaro, puniti con pene fino a 30 anni di reclusione.

artem uss

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×