Droga nel camper dalla Spagna a Milano. Smantellata rete di spaccio, diciannove arresti

58

Milano 4 maggio 2017 – Diciannove pusher in manette (12 italiani, 5 albanesi, 1 romeno e 1 moldava), di età compresa tra i 49 e i 23 anni, ritenuti responsabili a vario titolo di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Questo il bilancio dell’operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Milano nelle province di Milano, Monza e Brianza, Bergamo, Genova, Nuoro, Pavia, Verbania e Vercelli.

Il blitz è arrivato dopo complessa attività che ha consentito di smantellare un’associazione criminale nell’hinterland milanese e nel capoluogo brianzolo, dedito allo spaccio di ingenti quantitativi di cocaina e marijuana.
Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Monza e condotte dal Nucleo Operativo della Compagnia di Monza, attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali, registrazioni video e numerosi servizi di osservazione, erano state avviate in seguito all’arresto in flagranza, nell’ottobre 2015, del proprietario di un ristorante del capoluogo brianzolo, trovato in possesso, presso il suo locale, di 800 gr. di cocaina.

Gli sviluppi investigativi hanno permesso di accertare l’esistenza di due distinte reti criminali, composte rispettivamente da 2 fratelli albanesi, che gestivano il traffico di marijuana utilizzando come base logistica un appartamento ed un garage di Agrate Brianza, e da 3 italiani, i quali, avvalendosi di un gruppo di pusher, vendevano lo stupefacente in diversi punti della città di Monza.

L’inchiesta aveva già consentito di trarre in arresto a Monza, nel marzo dello scorso anno, 3 persone mentre trasportavano 11 kg. di marijuana nel doppio fondo del piatto doccia di un camper proveniente dalla Spagna.

Nel corso delle indagini, sono state già arrestate altre 9 persone e sequestrati 16 kg. di marijuana, 1 kg. di cocaina e 10.000 euro, provento dell’attività di spaccio.

Articolo di Laura Marinaro


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 

Commenti
Loading...