fbpx
CAMBIA LINGUA

Crotone, sequestri e sanzioni a venditori abusivi in diverse operazioni sul territorio.

Controlli amministrativi ad alcune attività commerciali nell’area mercatale di via Giacomo Manna e a Piazzale Nettuno.

Crotone, sequestri e sanzioni a venditori abusivi in diverse operazioni sul territorio.

La Divisione Polizia Amministrativa della Questura, operando congiuntamente alla Capitaneria di Porto, alla Polizia Locale e all’A.S.P/S.I.A.N. di Crotone, ha effettuato controlli amministrativi ad alcune attività commerciali nell’area mercatale di via Giacomo Manna e a Piazzale Nettuno.

Nel corso della verifica nel primo sito, è emerso che i titolari di due attività di vendita di generi alimentari stavano effettuando abusivamente il commercio, per cui tutta la merce in vendita, circa 100 kg di orto-frutta, è stata sottoposta a sequestro amministrativo, per poi essere devoluta in favore di un’associazione di volontariato, ed ai titolari sono state applicate le sanzioni amministrative previste.

I militari della Capitaneria di Porto, all’esito del controllo effettuato a due pescherie, hanno accertato la violazione degli obblighi in materia di etichettatura e di informazioni obbligatorie al consumatore, ed ha proceduto ad elevare due sanzioni amministrative.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Inoltre, personale della Polizia Locale di Crotone ha elevato una sanzione amministrativa per l’ occupazione abusiva del suolo pubblico delle predette attività, mentre personale della A.S.P/ SIAN ha proceduto ad elevare sanzioni amministrative per mancanza di SCIA sanitaria a due venditori ambulanti di prodotti ortofrutticoli, privi di qualsiasi autorizzazione.
Ulteriori controlli sono stati effettuati nei pressi della rotonda di Piazzale Nettuno, ove personale della Squadra Amministrativa della Questura e della Capitaneria di Porto ha sanzionato il titolare di un’attività commerciale in forma itinerante, per aver effettuato commercio su area pubblica in sede fissa per la vendita di prodotti di genere alimentare, privo delle autorizzazioni previste; la merce esposta, circa 70 kg di prodotti ittici, è stata posta sotto sequestro amministrativo. Il personale della Capitaneria di Porto ha accertato che il trasgressore risultava sprovvisto di qualsiasi documentazione che attestasse l’origine e la tracciabilità del prodotto ittico, procedendo ad elevare la sanzione amministrativa prevista. Il prodotto ittico, ispezionato dai competenti medici veterinari dell’A.S.P. di Crotone, è stato giudicato non idoneo al consumo umano, per cui ne è stata disposta la distruzione. Inoltre, è stata elevata una sanzione amministrativa per la riscontrata occupazione del suolo pubblico.

controlli

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×