Cremona, aggressioni a conviventi e Carabinieri: arrestate due persone

I fatti sono avvenuti a Casalmaggiore e Torre de’ Picenardi

Cremona, aggressioni a conviventi e Carabinieri: arrestate due persone.

Nei giorni scorsi, in due diverse circostanze, i militari della Compagnia di Casalmaggiore hanno proceduto all’arresto di due cittadini stranieri residenti nel territorio del casalasco.

Il primo arresto

Nel primo evento, i militari della Radiomobile, sono intervenuti in Piazza Garibaldi di Casalmaggiore a supporto del personale del 118 che, lì giunto per prestare soccorso a soggetto in stato di ebrezza, veniva ostacolato nelle operazioni da un conoscente del malcapitato. Nella circostanza il predetto veniva dapprima allontanato dai militari, a cui rifiutava di declinare le generalità, per poi scagliarsi contro di essi, provocando ad uno di loro lesioni, prima di essere tratto in arresto.

A seguito di rito direttissimo, al 38enne di origini marocchine, veniva applicata la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, nonché l’obbligo di dimora nel comune di Casalmaggiore, con divieto di allontanarsi dalla propria abitazione in determinati orari. 

Il secondo arresto

Nel secondo evento, invece, i militari della Stazione di Piadena intervenivano in Torre de’ Picenardi per una lite in famiglia. Nello specifico, una 56enne del luogo, aveva richiesto l’intervento dell’Arma poiché aveva avuto l’ennesima discussione con il proprio convivente che al culmine della lite l’aveva, a più riprese spintonata, oltre ad averla fatta oggetto di violenza verbale.

Nonostante la presenza dei militari, l’atteggiamento dell’uomo, un 44enne di origini bulgare, non si placava, anzi lo stesso opponeva resistenza all’operato degli stessi che lo traevano dunque in arresto. A seguito del rito direttissimo lo stesso veniva condannato alla pena di mesi 4 di reclusione con pena sospesa.

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...