Cremona, 17enne arrestato per rapina e spaccio di stupefacenti

Cremona, il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Crema ha tratto in arresto un minorenne Cremasco di anni 17, in esecuzione della misura cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale per i Minorenni di Brescia, perché indagato in ordine ai reati di: Rapina e Lesioni personali volontarie.

Tale provvedimento è stato originato da mirate attività investigative svolte da questo Ufficio a seguito dell’aggressione avvenuto nel mese di maggio del c.a. in questo centro cittadino nei confronti di un giovane Albanese di anni 20, residente a Crema, posta in essere da due soggetti che dopo averlo afferrato per il collo e bloccato per le braccia, lo colpivano con calci e pugni impossessandosi dello zaino contenete effetti personali e diversi grammi di sostanza stupefacente del tipo Marjuana.

La persona offesa veniva accompagnata presso il locale Pronto Soccorso ove gli veniva riscontrata una lesione giudicata guaribile in gg.5 per “Policontusioni”.
Le indagini consentivano di individuare i due autori: uno risultato essere il predetto minorenne e l’altro un maggiorenne di anni 18; il primo deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni di Brescia, il secondo alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cremona.

La Magistratura Minorile emetteva la misura cautelare in questione, disponendo che il minore, venisse collocato presso una Comunità.
Dagli elementi acquisiti si accertava che il delitto era maturato in un contesto relativo al “mondo” della tossicodipendenza e dello spaccio di stupefacenti.
I due attiravano la vittima in una zona appartata facendogli credere di voler acquistare della droga ma invece di consegnargli il denaro si appropriavano con violenza della sostanza contenuta nello zainetto.
Per tale ragione anche la persona offesa veniva indagata in stato di libertà.


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...