fbpx
CAMBIA LINGUA

Como, vìola le regole dell’affidamento terapeutico e il Giudice lo fa riportare in carcere: arrestato dalla Polizia di Stato

Gli agenti della Squadra Mobile di Como lo hanno pertanto prelevato dalla comunità comasca dove si trovava per associarlo alla casa Circondariale di Como, dove terminerà di scontare la sua pena.

Como, vìola le regole dell’affidamento terapeutico e il Giudice lo fa riportare in carcere: arrestato dalla Polizia di Stato.

La Polizia di Stato ha arrestato nel pomeriggio del 15 marzo, su disposizioni del Giudice di Sorveglianza di Varese, un 30enne siciliano che stava scontando la pena di 1 anno di reclusione in affidamento in una comunità terapeutica di Como per reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti.

La decisione del Giudice è frutto delle segnalazioni da cui è emerso che la condotta dell’uomo non è mai stata consona alle regole della struttura dove era stato posto in affidamento. Dal giorno del suo ingresso, infatti, il 30enne ha perseverato nell’assumere stupefacenti ed a mostrare comportamenti poco collaborativi, rifiutando di inserirsi nelle dinamiche della comunità e dimostrando così di non volersi seguire il percorso di recupero.

Gli agenti della Squadra Mobile di Como lo hanno pertanto prelevato dalla comunità comasca dove si trovava per associarlo alla casa Circondariale di Como, dove terminerà di scontare la sua pena.

Segui La Milano sul nostro canale Whatsapp

Como, vìola le regole dell'affidamento terapeutico e il Giudice lo fa riportare in carcere: arrestato dalla Polizia di Stato.

Riproduzione riservata © Copyright La Milano

×