Cecina (LI), trova il coraggio di denunciare l’ex

Molestie telefoniche, vessazioni fisiche e psichiche continue

Cecina (LI), trova il coraggio di denunciare l’ex.

 I Carabinieri di Cecina (LI) hanno tratto in arresto un 34enne perché gravemente indiziato di atti persecutori nei confronti dell’ex convivente: non accettava la fine della loro relazione.

Dallo scorso mese di marzo, un uomo di 34 anni era accusato di aver assunto comportamenti persecutori, minacciosi e violenti nei confronti dell’ex convivente.

Molestie telefoniche, vessazioni fisiche e psichiche continue tali da ingenerare un forte stato d’ansia e paura nella donna che si è decisa a denunciare il tutto presentando querela direttamente alla Procura della Repubblica di Livorno che ha delegato le indagini ai Carabinieri.

Nel frattempo l’uomo non avrebbe cessato di perseguitarla. Infatti, pochi giorni fa, mentre la donna era in casa, si sarebbe presentato presso l’abitazione della donna e, dopo averla ripetutamente offesa e minacciata, avrebbe tentato reiteratamente di entrare.

La vittima, però, spaventata, ha chiamato il 112 per attivare i soccorsi. Per l’uomo sono scattate le manette e, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso il carcere “Le Sughere” di Livorno.

All’esito della convalida dell’arresto, è stata disposta la misura del divieto di avvicinamento alla persona offesa con braccialetto elettronico.

foto per arresto atti persecutori

LEGGI ANCHE

Commenti
Loading...