Brescia, controlli per il rispetto del nuovo dpcm e visionare le aree con maggiore assembramenti

Brescia, Nell’attuale e perdurante situazione di emergenza sanitaria, ulteriormente aggravatasi negli ultimi giorni, i Carabinieri del Comando Provinciale di Brescia continuano senza sosta nella loro opera di controllo del territorio, rivolgendo particolare attenzione proprio al rispetto delle norme specifiche in materia di contenimento epidemiologico, svolgendo una mirata azione preventiva di controllo del territorio nelle aree del centro storico di maggiore aggregazione giovanile, della cd. “movida”. 

Ogni fine settimana infatti, l’Arma presidia il centro storico continuando ad impiegare numerosi militari in pattuglie appiedate, dinamiche a bordo di autovetture ed anche con il supporto di una Stazione Mobile in Piazza Tebaldo Brusato, fulcro della movida dei giovanissimi.

Nella serata di ieri, sabato 13 marzo, nonostante le limitazioni attualmente in vigore, sono state numerose le sanzioni comminate, 17 per la precisione, quasi tutte a giovanissimi, assembrati per le vie del centro e spesso anche senza utilizzare la mascherina.

Pubblicità Online, Guest Post, Banner, Redazionali, Link Building

Tuttavia, l’episodio più grave si è verificato nel corso della notte in un hotel del centro. I Carabinieri della Sezione Radiomobile, intervenuti su segnalazione al 112, hanno potuto riscontrare la presenza di 10 giovani, di età compresa tra i 15 ed i 28 anni e di varie nazionalità (africana, italiana ed est-europea), che avevano regolarmente prenotato due stanze e vi si stavano intrattenendo amichevolmente, in piena violazione delle attuali norme sanitarie, disturbando peraltro gli altri ospiti della struttura. Tutti e dieci sono stati sanzionati ai sensi del DPCM del 2 marzo ed inoltre i Carabinieri hanno rinvenuto circa 17 grammi di hashish, sulla persona di un 20enne del Burkina Faso già noto alle forze dell’ordine, che è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale Carabinieri, nella mattinata di lunedì sarà condotto in Tribunale per la celebrazione del rito direttissimo di convalida dell’arresto.

Le sanzioni amministrative applicate, in totale, ammontano a 6800,00 euro.

 


LEGGI ANCHE

 

LEGGI ANCHE

 
Commenti
Loading...